Kim Minjae: “Fermarsi più difficile che giocare!”

Il difensore del Napoli rassicura il Napoli sulle condizioni del suo polpaccio

0

Kim non si arrende. Non ne ha alcuna voglia: dopo aver dominato in Italia e in Europa con il Napoli, niente e nessuno riuscirà a spezzare il suo sogno Mondiale sul più bello. Alla vigilia di una sfida pazzesca, irrinunciabile, conquistata tra l’altro a sorpresa con una rimonta altrettanto straordinaria. Venerdì, con il Portogallo, Minjae ha fatto il tifo per i suoi con la tuta, con la mise da indisponibile, ma domani la questione dovrebbe essere completamente diversa: il fastidio al polpaccio destro è sotto controllo, praticamente smaltito, e tra l’altro lo staff medico del Napoli è in contatto continuo con il giocatore. Dal Qatar, insomma, continuano ad arrivare segnali positivi e notizie confortanti. E al resto ci ha pensato il Mostro in persona: «Credo di poter giocare gli ottavi, ma dovrò prepararmi molto bene». La pausa precauzionale ha funzionato. «Scegliere di fermarmi è stato più difficile che andare in campo: mi è dispiaciuto non esserci. E mi dispiace anche di non aver agito in fretta: avrei dovuto prendere una decisione più rapidamente, così da consentire alla squadra di prepararsi adeguatamente dal punto di vista tattico. Ora, comunque, ci sono gli ottavi». C’è il Brasile.

Factory della Comunicazione

Fonte: CdS

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.