Novellino: “Il Napoli ha pagato una condizione fisica negativa”

"Coppia Mertens-Osimhen? Dipende dalle situazioni"

0

Walter Novellino, ex allenatore anche del Napoli tra le altre, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Radio Goal, trasmissione radiofonica in onda su Radio Kiss Kiss Napoli, dove ha parlato della stagione azzurra. Da allenatore, capisce bene la delusione della tifoseria azzurra, ma anche come il lavoro di Spalletti non sia da demonizzato, anzi: “E’ giusto continuare con SpallettiLuciano ha lavorato bene perché gli hanno chiesto un posto in Champions e non di vincere il campionato. Il lavoro che ha fatto è stato straordinario. Ricordiamo infatti le tante difficoltà e i tanti infortunati“. Spesso il Napoli è stato accusato di non reggere la pressione nei momenti decisivi, ma Novellino non la pensa allo stesso modo: “Forse c’è stata qualche difficoltà fisica più che mentale, non dimentichiamo che si gioca ogni tre giorni e la condizione fisica ha la sua importanza. Forse il Napoli ha sofferto il non gioco delle squadre avversarie che attendevano e attaccavano gli spazi. Forse gli sono mancati i giocatori bravi nell’uno contro uno. Sentendo oggi De Laurentiis vuol rinnovare una squadra, quando si rinnova qualche difficoltà la si può avere“. Infine, ha parlato della coppia Mertens-Osimhen, chiesta a gran voce dai tifosi e oggetto di critiche pesanti verso Spalletti: “Troppo tardi la coppia Mertens-Osimhen? Dipende da come vede fisicamente un giocatore Luciano, non dimentichiamoci che Mertens ha una certa età e va centellinato. E’ ovvio che vedendo Mertens in questa condizione fisica uno lo può anche pensare. Zielinski è un giocatore straordinario che sa giocare come sotto punta e come terzo a centrocampo, Mertens è un brevilineo che entra subito in partita. Ci sono delle situazioni che delle volte un allenatore è costretto a far giocare uno piuttosto che l’altro. In casa sono venuti a mancare gli esterni, soprattutto nell’uno contro uno. Non credo che si stata una situazione tattica, forse si è pagato il super carico di lavoro dell’anno scorso. Sono convinto che la squadra sentiva le partite ma non ci arrivava con le gambe, ma ripeto ha pagato la condizione non ottimale di alcuni giocatori”.

Fonte: TUTTOmercatoWEB.com

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.