Diaconale: “Perché lo faccio? Mi faccio Paladino dei tifosi biancocelesti”

0

Arturo Diaconale, responsabile della comunicazione e portavoce della Lazio, ha rilasciato alcune dichiarazioni a proposito del campionato: “Ma chi te lo fa fare?. Molti amici mi rivolgono questa domanda. Registrando come il mio taccuino biancoceleste settimanale (e qualche volta anche bisettimanale) susciti non solo tante polemiche. Ma anche valanghe di insulti nei miei confronti lanciate sui social da tifosi di squadre diverse da quella di cui sono responsabile della comunicazione ed a cui ho consegnato il mio cuore fin da bambino.  Perché lo faccio? Debbo questa risposta ai miei amici ed anche a tifosi biancocelesti di cui mi faccio Paladino. Non per obbligo professionale ma per mia scelta”.

Ha aggiunto: “Le polemiche per spiegare che il legittimo interesse della Lazio a finire regolarmente il campionato non nasce dalla pretesa di vincere lo scudetto a tavolino, ma solo dalla speranza di poterlo conquistare sul campo e per rilevare come questo interesse abbia la stessa legittimità di quello di chi vorrebbe annullare il campionato in corso o per avere lo scudetto d’ufficio e potersi dedicare solo alla Champions o per evitare una rovinosa retrocessione”.

Infine: “Le polemiche nei confronti di un inconsapevole ministro che non conosce il ruolo del calcio nell’economia e nell’immaginario collettivo del Paese. Ma soprattutto le polemiche per interrompere quella vulgata politicamente scorretta e frutto di interessi precisi che tende a dipingere sempre e comunque Lotito non come un imprenditore che ha costruito negli anni una società sana ed una squadra competitiva recuperandola da una condizione drammatica e fallimentare ma una sorta di diavolo del calcio nazionale che si permette di mettersi di traverso ai potenti per eredità, censo o grande presenza mediatica e che per questo va relegato nell’inferno fasullo ed ipocrita dei presunti cattivi“.

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.