Zenga: “Taglio stipendi? Io e Giulini l’abbiamo fatto già il 3 marzo”

0

Walter Zenga, allenatore del Cagliari, ha rilasciato alcune dichiarazioni a proposito dell’emergenza Coronavirus che sta vivendo il Paese: “Sono ottimista di natura, in questo momento sarebbe crearsi un alone di negatività intorno e non vedere la fine. Mi sembra difficile ipotizzare e prevedere una data, soprattutto perché la situazione non è delineata. La problematica è che si può tranquillamente sforare se le leghe trovano un accordo con la FIFA e le varie federazioni, senza dimenticare che la priorità è tornare alla vita. Un conto è fermarsi un mese e andare in vacanza, un conto è stare in casa due mesi, questo ci cambierà fortemente. Sono ottimista e penso al giorno che tornerà al ristorante o in un cinema“.

Ha aggiunto: “Si parla tanto del taglio agli stipendi dei calciatori? Mi spiace che ci stiamo focalizzando sui soldi e non sul reale problema di tutto, quello di risolvere questo brutto momento. Se l’ente per cui lavorate vi taglia gli stipendi mi dispiace per voi, ma non è la priorità. E’ una cosa secondaria e vi spiego una cosa: nel mio contratto c’è una clausola di buonsenso che riguardava questo periodo, le persone intelligenti fanno così. Io e Giulini quello che ha fatto la Juventus l’abbiamo fatto il 3 di marzo. Leggo di tavole rotonde tra club e AIC… mi sembrava corretto che queste cose venissero pensate un po’ prima”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.