Liga: Benzema salva il Real al Bernabeu in extremis

Le merengues soffrono contro l'Huesca al Santiago Bernabeu

0

Domenica 31 marzo ore 12:00

Levante-Eibar                       2-2 Morales (L) 5′, Escalante (E) 19′, Rochina (E) 26′, Enrich (E) 78′

Ore 14:00

Rayo Vallecano-Betis          1-1 De Tomas (R) 34′, Tello (B) 82′

Ore 16:15

Siviglia-Valencia                  0-1 Parejo (V) rig. 45’+1′

Ore 18:30

Valladolid-Real Sociedad 1-1 Keko (V) 9′, Oyarzabal (R) 80′

Ore 20:45

Real Madrid-Huesca          3-2 Cucho (H) 3′, Isco (R) 25′, Ceballos (R) 62′, Etxeita (H) 74′, Benzema (R) 89′

 

Levante-Eibar. I valenciani tra le mura amiche proveranno ad allungare sulle ultime della classe, mentre gli armeros proveranno a rientrare nella bagarre per l’Europa League. I padroni di casa sbloccano il punteggio già al 5′ con la rasoiata a fil di palo di Morales, l’Eibar reagisce al 19′ pareggiando i conti col tap-in dal centro dell’area di Escalante abile a sfruttare un pallone vagante. I valenciani non si scompongono e al 26′ si riportano in vantaggio col meraviglioso tiro al volo da fuori area di Rochina, nel finale di tempo Orellana anca il pareggio sfiorando la traversa così si va a riposo sul 2-1 per il Levante. Nel secondo tempo Borja Mayoral cerca il terzo goal centrando la traversa a portiere battuto, col passare dei minuti l’Eibar prova a reagire e al 78′ Enrich riceve da Orellana e sigla il 2-2 con un missile imparabile che chiude la sfida in parità.

 

Rayo Vallecano-Betis. I padroni di casa penultimi in classifica cercano punti per alimentare il sogno salvezza, mentre gli andalusi inseguendo l’Europa cercano il colpaccio esterno. La prima occasione arriva al 10′ col siluro di De Tomas largo di pochissimo, continua a premere la squadra di casa al 20′ ancora con De Tomas che solo davanti al portiere si divora il vantaggio. Al 34′ l’assoluto protagonista dell’incontro De Tomas aggiusta la mira sull’assist di Bebe per l’1-0, nel finale di tempo non arriva la reazione andalusa così si va a riposo sull’1-0 del Rayo. Nella ripresa uno scatenato De Tomas cerca la doppietta di testa ma il pallone esce di un soffio, al 69′ sempre De Tomas al tiro con un missile largo veramente di poco. Nel finale il Betis alza il ritmo e all’82’ Cristian Tello ribadisce in rete una respinta corta di Dimitrievski per il definitivo 1-1.

 

Siviglia-Valencia. Gli andlausi al Sanchez-Pizjuàn cercano i 3 punti per alimentare il sogno Champions, mentre i ragazzi di Marcelino in lotta per lo stesso obiettivo cercano lo scherzetto. Il primo brivido arriva al 14′ col calcio di punizione di Parejo largo di un soffio, il Siviglia prova a reagire al 30′ con Munir El Haddadi che solo davanti al portiere si divora il vantaggio. Nel finale di tempo l’arbitro assegna un calcio di rigore al Valencia che Daniel Parejo trasforma chiudendo i primi 45 minuti sull’1-0 valenciano. Nella ripresa Gameiro prova a scuotere gli andalusi con un tiro dal limite disinnescato alla perfezione dall’ottimo Neto, col passare dei minuti i padroni di casa provano ad addormentare il match mentre il Siviglia fatica a creare azioni pericolose. Nel finale non arriva la reazione dei padroni di casa così i ragazzi di Marcelino conquistano i 3 punti agganciando proprio gli andalusi a quota 43.

 

Valladolid-Real Sociedad. I padroni di casa in lotta per la salvezza cercano la spinta del pubblico di casa, mentre gli azulblancos in lotta per un posto in Europa puntano alla vittoria esterna. La squadra di casa alza subito il ritmo e al 9′ passa in vantaggio grazie al missile dal limite di Keko che fulmina Rulli, la Real Sociedad non riesce a reagire così il Valladolid gestisce il possesso palla. Al 25′ Ramirez cerca l’angolino ma Masip in tuffo salva i suoi, nel finale di tempo i ritmi non aumentano così si va a riposo col Valladolid avanti nel punteggio. Nella seconda frazione Tuhami colpisce a botta sicura da due passi ma Rulli con un intervento strepitoso si dimostra provvidenziale, al 71′ Juanmi cerca il pareggio con un tiro a incrociare che sorvola di pochissimo la traversa. All’80’ il forcing ospite porta al pareggio col preciso colpo di testa di Oyarzabal sul cross di Sangalli, nel finale il Valladolid cerca l’assedio finale ma al triplice fischio la gara si chiude sull’1-1.

 

Real Madrid-Huesca. Le merengues di Zidane vogliono rimanere in scia dell’Atletico conquistando la vittoria, mentre gli ospiti fanalino id coda della Liga cercano la storica impresa. Alla prima occasione il match si sblocca col tiro a giro dal limite di Cucho che si insacca sotto al sette per il vantaggio ospite, la replica merengue arriva al 15′ col siluro di Benzema respinto provvidenzialmente da Santamaria. Al 25′ il forcing blanco porta al pareggio col tocco sotto misura di Isco sul cross di Brahim Diaz, nel finale di tempo il Real continua ad attaccare ma al duplice fischio si va a riposo sull’1-1. Nella ripresa i ragazzi di Zidane alzano il baricentro e al 62′ Dani Ceballos riceve da Benzema e calcia ribaltando il match per il 2-1 blanco, l’Huesca però non demorde e al 74′ Etxeita si libera in area e di testa anticipa tutti siglando il 2-2. Nel finale arriva il tris col missile di Benzema dal limite che si insacca sotto al sette regalando i 3 punti a Zidane.

 

Classifica

Barcellona 69-Atletico Madrid 59-Real Madrid 57-Getafe 46-Alavés 44-Valencia 43-Siviglia 43-Athletic Bilbao 40-Betis 40-Real Sociedad 37-Eibar 36-Leganés 36-Girona 34-Espanyol 34-Levante 32-Valladolid 30-Villarreal 29-Celta Vigo 28-Rayo Vallecano 24-Huesca 22

 

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.