Serie B: Iemmello illude i satanelli mentre Vrioni rovina i piani del Foggia!

I foggiani sbloccano il match dal dischetto ma il Venezia non molla e pareggia

0

Lunedì 3 dicembre ore 21:00

Foggia-Venezia 1-1 Iemmello (F) rig. 18′, Vrioni (V) 45’+1′

FOGGIA (3-4-1-2): Bizzarri, Camporese, Martinelli, Ranieri, Carraro, Deli (Cicerelli 46′), Gerbo, Rubin, Galano (Busellato 71′), Mazzeo (Gori 85′), Iemmello. A disposizione: Sarri, Noppert, Loiacono, Boldor, Arena, Busellato, Ramé, Gori, Cavallini, Cicerelli. Allenatore: Gianluca Grassadonia.

VENEZIA (4-3-1-2): Vicario, Zampano, Modolo, Domizzi, Bruscagin, Bentivoglio, Segre (Marsura 63′), Pinato (Schiavone 76′), Suciu, Vrioni (Litteri 81′), Di Mariano. A disposizione: Lezzerini, Facchin, Garofalo, Andjelkovic, Coppolaro, Cernuto, Fabiano, Schiavone, St Clair, Marsura, Litteri. Allenatore: Walter Zenga.

Arbitro: Manuel Volpi.

Ammoniti: Zampano (V) 16′, Bentivoglio (V) 24′, Carraro (F) 27′, Mazzeo (F) 35′, Modolo (V) 55′.

Note: recupero p.t. 2′, recupero s.t. 5′.

Primo tempo. I satanelli tra le mura amiche proveranno a vincere per continuare ad alimentare il sogno salvezza nonostante la forte penalizzazione, mentre i lagunari con 3 vittorie nelle ultime 4 giornate proveranno ad espugnare lo Zaccheria. In avvio i padroni di casa gestiscono il possesso palla alla ricerca del varco giusto mentre i veneziani difendono bene le posizioni per poi ripartire, al 16′ il direttore di gara assegna un rigore in favore del Foggia per un fallo di mano di Zampano che Iemmello trasforma spiazzando Vicario con grande freddezza. Dopo il goal subito i lagunari provano a reagire al 21′ ma Mazzeo spreca tutto calciando male da ottima posizione. La gara è molto vivace con entrambe le formazioni alla ricerca del goal ma per il momento il Foggia riesce a gestire le sortite offensive venete, per vedere un’occasione pericolosa dobbiamo aspettare il 44′ col palo colpito da Iemmello dopo aver scaricato un destro potentissimo. Nel recupero però il Venezia pareggia i conti con la girata improvvisa di Vrioni che sfrutta a pieno l’assist di Bruscagin chiudendo il primo tempo sull’1-1.

Secondo tempo. Nella ripresa i veneziani provano ad alzare il proprio baricentro alla ricerca del vantaggio, al 49′ Bentivoglio pesca alla perfezione Di Mariano in area ma il colpo di testa dell’attaccante ospite è fuori misura. Il forcing lagunare continua e al 65′ Vrioni sfiora la doppietta con un missile angolatissimo che si schianta sul palo a portiere battuto, passano 3 minuti e il Venezia spreca un’altra opportunità con Suciu che servito dall’ottimo Bentivoglio solo in area si divora il goal. I satanelli provano a reagire al minuto 72 prima col destro da fuori di Gerbo respinto da Vicario e poi col successivo tap-in di Iemmello murato sulla linea da Modolo, il match è infuocato con continue azioni da goal e all’81’ Di Mariano svetta più in alto di tutti e di testa sfiora l’incrocio. Nel finale ancora Venezia pericoloso sugli sviluppi di un corner col destro di prima intenzione di Bruscagin disinnescato da Bizzarri, dopo ben 5 minuti di recupero Volpi decreta la fine dell’incontro sul punteggio di 1-1 nonostante il forcing lagunare nel finale.

Classifica

Palermo 26-Lecce 25-Cittadella 23-Pescara 23-Brescia 21-Benevento 21-Salernitana 20-Perugia 20-Verona 19*-Ascoli 19-Cremonese 18-Spezia 17-Venezia 16-Cosenza 14-Crotone 12-Padova 11-Carpi 10-Foggia(-8) 9-Livorno 6

*RIPOSA

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.