Bologna/Napoli – “Il Mattino” mette in campo le sue formazioni (Grafico)

0

Gli assenti sono quelli previsti: ovvero i tre impegnati in Coppa d’Africa. Più Ospina. Insomma, l’emergenza è alla fine.

È un nuovo inizio quello di Bologna, con Zielinski che senza intoppi oggi raggiungerà il capoluogo emiliano dopo i test post-Covid. Spalletti osserva: «Non è difficile poter ipotizzare un futuro migliore di quello vissuto nell’ultimo mese. Ma anche senza tanti di loro, si poteva fare meglio di quello che abbiamo fatto in certe partite».

È molto più che un bivio quello di Bologna, perché il Napoli non può sprecare altri jolly, dopo quelli sperperati al Maradona.

La squadra ha dovuto riprendere il lavoro e preparare una partita importante con i depositi di uno sfregio bruciante: il 5-2 subito in casa dalla Fiorentina in Coppa Italia.

Oggi serve una risposta: bisogna cancellare l’idea che i viola oltre a togliere la qualificazione, hanno saccheggiato certezze.

C’è un lato oscuro nella sconfitta di giovedì, nell’eclissi (atletica e tattica) improvvisa. Lo stesso lato oscuro intravisto tante volte nei match di dicembre con Empoli, Spezia, Sassuolo e che si è alternato alle prove super con Leicester, Milan e Juventus.

La prima missione di stasera è questa: ritrovare subito le certezze perse con la Fiorentina ma già scricchiolanti in alcune partite precedenti.

Anche per questo, Spalletti, si affida a un bel turnover. Meret, Mario Rui, Juan Jesus, Fabian, Lozano sono i volti nuovi rispetto a quattro giorni fa, con Petagna favorito su Mertens prima punta ed Elmas che potrebbe essere rispolverato trequartista.

 

P. Taormina (Il Mattino)

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.