Al Bologna, Mertens vuole regalare il suo “12 personale”

Contro i rossoblù undici reti in 14 partite  

0

Nella biografia della sua vita spericolata, un pochino attraversata marginalmente e poi rimodellata come farebbe un artista fiammingo nella sua incredibile evoluzione, Mertens (ri)scopre che Bologna diventa il crocevia della sua esistenza il 4 febbraio del 2017, quando ha ormai già trasformato in sacro ciò che sembrava potesse apparire come profano: nel Napoli che a Bologna s’era trasformato in una specie di tiranno, Hamsik stava già godendosi la propria giornata oltre la normalità ed aveva prenotato il pallone, quello che si concede con gli autografi a chi ne ha fatti tre. Ma ce ne volle un altro, proprio al minuto 90′, perché lo scugnizzo ribadì la propria voracità e diede ulteriore senso ed impulso a questa carriera da cannoniere. A. Giordano (CdS)

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.