Lutto nel mondo del rugby, addio a Sean Wainui talento degli All Blacks

Il talento dei Maori All Blacks è scomparso in un incidente stradale pochi giorni prima di compiere 26 anni.

0

Il mondo del rugby è in lutto per la prematura scomparsa di uno dei talenti più fulgidi della nuova generazione dei Maori All Blacks.

Nella notte italiana tra domenica e lunedì ha infatti perso la vita Sean Wainui, ala dei Chiefs e dei Maori vittima di un incidente stradale.

Stando alla ricostruzione della polizia di Bay of Plenty, isola settentrionale della Nuova Zelanda, Wainui ha colpito un albero mentre era alla guida della sua auto al McLaren Falls Park, nei pressi di Tauranga. Il decesso è stato di fatto istantaneo e nulla si è potuto fare per evitarlo nonostante i soccorsi tempestivi.

Sean avrebbe compiuto 26 anni il 23 ottobre e lascia la moglie Paige e le figlie Kawariki e Arahia.

A divulgare la notizia è stata l’NZ Rugby dopo che la polizia di Bay of Plenty aveva dichiarato che una persona

“È un giorno buio per il rugby. La morte di Sean sarà sentita profondamente da tutti gli appassionati di rugby e, in particolare, dai suoi compagni di squadra” queste le prime parole del capo della federazione rugbistica neozelandese Mark Robinson, riportate in una nota ufficiale della BBC, dopo aver appreso la tragica notizia.

In questo momento abbiamo il cuore spezzato. Sei stato un’ispirazione, Sean e non sarai mai dimenticato”, si legge invece nel tweet degli All Blacks. E altrettanto struggente è stato anche l’addio di Clayton McMillan, ex capo allenatore di Bay of Plenty. “Sean ha incarnato tutto ciò che si può desiderare da un giocatore. Sarà ricordato per essere un vero Maori, laborioso e orgoglioso, un giocatore eccezionale ma, soprattutto, un buon padre e marito”.

Dopo aver iniziato la carriera con il club di Taranaki, Wainui era approdato al Crusaders, per poi affermarsi nel Chiefs, in cui ha militato tra il 2018 e il 2021, mettendosi in mostra tra i giocatori più promettenti del vivaio dei Maori All Blacks, la selezione di rugby a 15 gestita da New Zealand Rugby ecomposta da giocatori di etnia totalmente, o in parte, maori.

Wainui era approdato in nazionale già nel 2015, debuttando contro Fiji e totalizzando dieci presenze in nazionale.

Straziante anche il post su Twittwr di Brad Weber, capitano dei Chiefs e mediano di mischia degli All Blacks, che ha ricordato così l’amico e compagno di squadra: “Non riesco a trovare le parole per esprimere quanto faccia male. Ho sempre detto pubblicamente che Sean ha meritato tutto ciò che ha ottenuto perché ha lavorato duramente per farlo. Ma questo non se lo merita. Il prossimo primo giorno al quartier generale dei Chiefs farà male entrare e non vederti lì. RIP fratello”.

Fonte: Omnisport (Virgilio.it)

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.