Ospina: Portiere europeo già ai tempi dell’Arsenal

0

Ci sono cuori che improvvisamente cominciano a tremare come ali di colibrì, anche se magari abitano dentro fior di campioni. Ma non è certo quello di David Ospina. I rigori hanno segnato, per certi versi, questa stagione: c’era lui in porta a inizio anno quando Ciro Immobile sparò alle stelle quello del possibile pari nei quarti di finale di Coppa Italia. E sono i rigori, con Meret in porta (ma Ospina era squalificato), a regalare la Coppa nella finale dell’Olimpico. E il rigore che Ospina ha neutralizzato a Koopmeiners e che consente al Napoli di arrivare alla sfida con la Real Sociedad avendo due risultati a disposizione per blindare ai sedicesimi di Europa League (meglio arrivare primi ed essere teste di serie al prossimo turno, in ogni caso). Ospina è un portiere di quelli che la notte si illuminano: non a caso anche ai tempi dell’Arsenal era lui il prescelto nel ballottaggio con Cech. Al colombiano spettavano le notti europee, a Cech la Premier. E Ospina è arrivato fino in semifinale nella stagione 17/18. Eliminando nei quarti, indovinate chi? Sì, il Milan di Gattuso. Proprio lui. Che stravede per il colombiano e per le sue capacità di iniziare il gioco. Fonte: Il Mattino

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.