Sasso:”Ancelotti? Ha fallito perché è venuta meno la passione e l’interesse”

0

Su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Antonio Sasso, direttore del Roma e direttore della comunicazione del Benevento: “Il Benevento è tornato in Serie A in due anni a suon di record e nonostante il Covid ha collezionato 86 punti: non sono pochi. Callejon, Younes e Llorente? Non potrei parlare di calciomercato, ma ho sentito qualcosina. Callejon è un’invenzione dei giornalisti, questo è quanto mi ha detto Vigorito, esattamente come Hamsik. Su Younes e Llorente non posso rispondere, non ne ho proprio sentito parlare. Sono stato alla festa del Benevento la scorsa settimana e sono argomenti che non vengono trattati apertamente. Lapadula è un obiettivo concreto, il presidente stravede per lui, ma attualmente è al Genoa. Napoli Femminile? Massimo rispetto per Lello Carlino, raggiungerà ottimi risultati. Barcellona-Napoli? Sulla carta il Napoli ha poche possibilità, un viaggio della speranza. Tutto è legato alla presenza di Insigne, senza di lui la percentuale cala a vista d’occhio. Le ultime notizie fanno pensare ad un recupero in extremis, con la sua presenza qualche speranza ce l’ho. La squadra sta bene atleticamente, Insigne è quello più in forma del Napoli. Tuttavia dobbiamo segnare, cosa farà il mister? Andrà in contropiede? Come giocherà? Non partirei sconfitto, ce l’ho un po’ di speranza. Ancelotti? Ha fallito perché è venuta meno la passione e l’interesse. Ad un certo punto ha abbandonato la nave pensando al suo futuro, è stato un traditore più di Sarri. Sono un Sarriano e lo difenderò fino alla morte. La cosa grave è che ha messo i giocatori contro la società, l’unico responsabile è lui, nonostante sia una persona per bene. Quella rottura ha rischiato di far saltare il Napoli”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.