Senza la provvisoria esecutività, Sky potrà ancora trasmettere le partite

0

Senza la provvisoria esecutività viene inevitabilmente meno la minaccia di staccare il segnale a Sky a partire da lunedì prossimo. Non è da escludere che i presidenti più intransigenti, De Laurentiis e Lotito su tutti, insistano ancora in tal senso. La verità, però, è che un’azione simile presterebbe il fianco a un contenzioso e, in questo caso, la ragione sarebbe dalla parte di Santa Giulia. E allora cosa accadrà? Sky si è messa in una posizione di attesa proprio per capire le prossime mosse della serie A, tanto che è già da dare per scontato che sfrutterà tutti i 40 giorni a disposizione prima di presentare ricorso. La pay tv di Comcast si augura che quest’ultima evoluzione spinga i club ad accettare di sedersi a un tavolo al fine di trovare un accordo. Da via Rosellini, però, continuano a soffiare venti di guerra. Tanto che, al momento, con il Tribunale che ha confermato le ragioni della serie A, trapela l’intenzione di attendere il naturale iter giudiziario, anche se dovesse slittare fino al nuovo anno. A quel punto, ai 102 milioni, andrebbero aggiunti gli interessi e, probabilmente, una quota di danni: insomma, la somma finale arriverebbe potenzialmente anche a 150 milioni. Probabile, comunque, che in tempi piuttosto brevi venga convocata una nuova Assemblea, così da stabilire piani e strategie. Magari anche in vista del bando per l’assegnazione dei diritti per il triennio 2021-24: con un clima del genere potrebbe davvero accadere di tutto.

Fonte: CDS

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.