ESCLUSIVA – S. Borghi (Dazn): “Il Napoli ha tutto per chiudere al meglio la stagione in Italia e in campo internazionale”

Il telecronista di Dazn parla di Napoli, Atalanta e della Liga Spagna

0

Il pallone sta per tornare a rotolare, dopo la Bundesliga, sarà il turno della Liga, della Premier League e infine la serie A. Ad Agosto tornerà la Champions League e fare pronostici non sarà semplice su più fronti. Di questo ma anche del momento del Napoli e dell’Atalanta, ilnapolionline.com ha intervistato il telecronista di Dazn Stefano Borghi.

In tutti questi anni hai più volte commentato le classiche tra il Real Madrid e il Barcellona e Boca Juniors-River Plate. Quali di queste gare regalano maggior adrenalina prima del calcio d’inizio? “E’ difficile fare una scelta su quale di queste sfide regala maggior pathos o adrenalina, perché sono due eventi affascinanti. Sicuramente per chi come me che ama fare le telecronache non vede l’ora di commentarle, perché si crea un’atmosfera davvero magica e poi le partite regalano tante emozioni. Ti posso dire che prima dell’inizio di queste sfide sono davvero emozionato e attendo solo che si possa dare il calcio d’inizio”.

Qual è stata la tua prima telecronaca in senso assoluto? “Fu un match di serie B ed era un Ascoli-Venezia con il risultato finale di 1-1 e mi ricordo che il canale che trasmetteva la sfida fu Rosso Alice”.

Tra poco ripartirà la Liga spagnola e ti vorrei chiedere la tua personale favorita tra il Real Madrid e il Barcellona e la squadra rivelazione del campionato iberico? “Sulle squadre rivelazioni certamente la Real Sociedad, a seguire il Siviglia, una squadra che ha cambiato tanto, ma che se la sta giocando in campionato. Sul Valencia invece è una conferma, la scorsa stagione arrivò al quarto posto, come prima di questa sosta. Il duello scudetto? E’ difficile fare previsioni dopo questa lunga sosta, sarà certamente una sfida davvero incerta, perciò non è semplice dire chi possa prevalere per la conquista del titolo”.

Passando invece alla serie A, ti vorrei chiedere dell’Atalanta. Dopo questa sosta dove potrà arrivare in campionato e in Champions League? “L’Atalanta non è più una sorpresa ma una conferma per quello che sta facendo sul piano del gioco, non solo in Italia, ma anche in Champions League, visto che è ai quarti di finale. Dove possono arrivare gli orobici? Anche in questo caso non è semplice fare previsioni, visto la sosta forzata per il Covid-19, aspettiamo il verdetto del campo e tireremo le somme”.

Infine sul Napoli ti vorrei chiedere un pensiero sul lutto che ha colpito Gattuso nella giornata di ieri e dove possono arrivare gli azzurri? “Sono addolorato dalla scomparsa della sorella di Gennaro Gattuso, non ci sono parole in questi momenti così delicati. Sulla squadra c’è da dire che l’inizio è stato molto complicato. Con l’arrivo di Gennaro Gattuso la situazione in classifica è migliorata. Sul dove può arrivare credo che ci sono tutte le credenziali per poter far bene in campionato e in campo internazionali”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

RIPRODUZIONE RISERVATA

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.