Mario Rui: “Se penso a Messi mi viene il mal di testa, sullo scudetto…”

0
DECALOGO RUI

A 360 gradi Mario Rui (Kiss Kiss Napoli), voglioso e grintoso come di consueto, anche se frenato durante la stagione da fastidiosi impedimenti. Il portoghese, su quella fascia sinistra (e con Ghoulam ancora sulla graticola), è al momento indispensabile. «Stiamo bene, anche moralmente, avendo avuto una settimana per staccare. L’importante è arrivare a lunedì al 100%. Cosa facciamo con Gattuso? Quello che ci chiede, noi terzini in particolare badando a non “alzarci” contemporaneamente. Gennaio sarà un mese importantissimo, prima di tutto per cambiare ciò che è stato fatto sinora». Coi nerazzurri lunedì notte ad aprire danze per così dire vorticoso… «Con l’Inter sarà una sfida complicata ma so che noi saremo pronti. Sono forti, ma noi vogliamo prendere l’intera posta, assolutamente. Per quanto riguarda lo scudetto, spero lo vinca chi lo merita di più».

MESSI

Più in là il Barcellona (25 febbraio): «Cominciando a pensarci ora, non può che arrivare un gran mal di testa. Ma il sogno di tutti noi è quello di affrontare Messi». Il dirimpettaio Di Lorenzo: «M’ha stupito parecchio. Sapevo che era forte, ma visto dall’interno m’ha impressionato anche di più. Felice per lui. Lobotka? Se dovesse arrivare qualcuno saremmo ben lieti d’accoglierlo». I tre mister: «Da Gattuso sto imparando la determinazione, Sarri m’ha fatto vedere il calcio in modo diverso, con Ancelotti sono cresciuto dal punto di vista della responsabilità». Se si potesse… «Penso che più di Juve e Atalanta rigiocherei il match col Cagliari. Giocavamo bene e da lì siamo un po’ calati. Vogliamo risalire in classifica, cambiare ciò che ci ha bloccato, chiedo perciò ai tifosi di dimenticare l’ultimo periodo e remare assieme in un’unica direzione».

Fonte: CdS

Fonte: CdS

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.