L’approfondimento di R. Muni: “Portici, torna il sorriso”

0

Dopo le due sconfitte consecutive, che avevano relegato la squadra di Mauro Chianese ai margini della zona playout, il Portici è tornato a vincere. Teatro del successo è stato lo stadio San Ciro, l’avversario di turno la squadra sarda del Muravera, il fattore determinante è stato il pubblico di casa, autentico dodicesimo uomo in campo. La partita era molto sentita ed i due stop subiti dagli azzurri, con la conseguente paura di perdere ancora, ne hanno condizionato la prestazione, soprattutto nel primo tempo. È stato soltanto nella ripresa che il Portici ha capito che era arrivato il momento giusto per osare. Alzando i ritmi e premendo sull’acceleratore, i vesuviani hanno trovato il gol partita con il bomber Improta, abile a trovare il varco giusto nella retroguardia sarda ed a finalizzare l’ottima intuizione di Onda. Sbloccato il punteggio, i ragazzi di mister Chianese hanno legittimato il vantaggio, sfiorando il gol del raddoppio in più di una occasione. Al triplice fischio, grande festa sugli spalti e grande sospiro di sollievo per la vittoria che mancava da due partite. Il successo ottenuto contro la squadra sarda, permette al Portici di riavvicinarsi alla zona playoff, distante due lunghezze. Nel prossimo turno di campionato, la squadra di Mauro Chianese andrà a giocare in casa della capolista Turris, per un derby vesuviano molto sentito. Con la spensieratezza di chi non avrà nulla da perdere e la grande voglia di continuare a stupire, il Portici tenterà di conquistare un risultato positivo che aumenterebbe l’autostima di un gruppo giovane e molto affiatato. Il successo ottenuto in campionato conclude una settimana positiva per il Portici che mercoledì scorso, in casa del Fiuggi, squadra allenata dall’ex bomber del Napoli, Beppe Incocciati, ha ottenuto la qualificazione ai sedicesimi di coppa Italia di categoria. Il successo di misura è stato ottenuto grazie ai gol di Scala e Coratella che hanno ribaltato il gol dei padroni di casa, realizzato in avvio di partita.

a cura di Riccardo Muni

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.