Per allenatori e dirigenti arrivano i gialli e i rossi, non più l’invito orale

Da quest'anno anche in Serie A le ammonizioni e le espulsioni per allenatori e dirigenti

0

Fino ad oggi, in caso di intemperanze particolarmente vibrate da parte degli allenatori o dei dirigenti in panchina, solitamente l’arbitro si avvicinava alla panchina e lo invitava ad allontanarsi: «Prego, mister, si accomodi, grazie». Dallo scorso 25 giugno (ma anche per Mondiali femminili, la Coppa America e i Mondiali Under 20) invece l’arbitro potrà estrarre il cartellino giallo e il cartellino rosso per notificare il provvedimento disciplinare. Proprio come avviene per i giocatori. E l’espulsione dovrebbe portare (porterà) alla squalifica di almeno una giornata per il destinatario del provvedimento, cosa che invece non avveniva in passato. Ad inizio agosto, è stato Pep Guardiola a prendere il giallo dall’arbitro Atkinson nella Community Shield. Era successo anche al CT dell’Argentina, Lionel Scaloni, in Coppa America (ammonito dall’arbitro Julio Bascunan, primo giallo ad un tecnico di sempre) e, durante la sperimentazione in Inghilterra (solo nelle coppe nazionali) a Maurizio Sarri a gennaio, guarda caso sempre dall’attempato (48 anni, in Premier non c’è limitazione d’età) Atkinson. Fonte: Cds

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.