Fedele: “Undici leoni, un vero peccato. CR7 è una persona irritante”

0

L’opinione di Enrico Fedele su Il Roma:

“Che rabbia, una partita stregata che il Napoli non meritava di perdere. Mi dispiace soprattutto per i tifosi che sognavano di battere la maledetta Juve. Al di là dei dubbi calci di rigore, comunque, gli azzurri vanno applauditi per la spendida prova di orgoglio. Ho visto in campo undici leoni, dopo l’espulsione di Meret e il doppio svantaggio. Non si sono mai arresi e ci hanno creduto fino al fischio finale di un arbitro imbambolato. Il merito è anche di Ancelotti che si è affidato a un 3-3-3 spregiudicato che ha letteralmente annullato i “campioni” juventini, soprattutto dopo l’espulsione di Pianjc. In campo si è vista una sola squadra, il Napoli, che ha mostrato una condizione atletica eccezionale, mentre la Juve è apparsa fuori condizione e con un “fantasma” in attacco di nome Ronaldo. Incredibile la prestazione di CR7, passeggiava e non contrastava mai l’avversario, poi quando aveva la palla pensava solo a se stesso senza prendere in considerazione i suoi compagni. Non so che possibilità ha ancora questa squadra per sperare di capovolgere il 2 a 0 subito in casa dell’Atletico Madrid. Piuttosto credo che questo Napoli abbia tutte le carte in regola per andare avanti in Europa. Soprattutto se Ancelotti dà fiducia al 4-3-3 che fa tremare tutte le difese: puntare sul trio Insigne-Milik o Mertens-Callejon significa andare in gol con molta facilità. Ieri le occasioni da rete sono state tante proprio per quel continuo pressare gli avversari sulla fascia sinistra con Lorenzo Insigne. E al neo capitano azzurro gli do un dieci di incoraggiamento dopo il rigore sbattuto sul palo che avrebbe forse aperte le porte ad un assalto finale alla porta della Juve e a una possibile e meritata vittoria. Ma era, lo ripeto, una partita stregata che il Napoli non meritava assolutamente di perdere. Quel maledetto errore di Malcuit e il ritardato arrivo sulla palla di Meret con il contestato “tuffo” di Ronaldo ne sono la palese dimostrazione. Ma ora è inutile piangere sul latte versato, meglio pensare alla partita di giovedì al San Paolo contro il Salisburgo da vincere con almeno un paio di gol. E questo Napoli ne può fare tanti!”

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.