Serie B: Al Penzo Lecce e Venezia non vanno oltre il pareggio!

I lagunari sbloccano il match ma si fanno recuperare un minuto dopo

0

Lunedì 11 febbraio ore 21:00

Venezia-Lecce 1-1 Citro (V) 50′, Palombi (L) 51′

VENEZIA (3-4-1-2): Vicario, Garofalo, Modolo, Fornasier, Bentivoglio (Schiavone 83′), Segre, Pinato (Besea 73′), Bruscagin, Citro, Lombardi (Vrioni 65′), Bocalon. A disposizione: Lezzerini, Facchin, Mazan, Zampano, Cernuto, Coppolaro, Zennaro, Suciu, Schiavone, Besea, St. Clair, Vrioni. Allenatore: Walter Zenga.

LECCE (4-3-1-2): Vigorito, Venuti, Lucioni, Meccariello, Calderoni, Petriccione, Tachtsidis (Falco 82′), Haye (Tabanelli 60′), Mancosu, Palombi, La Mantia (Tumminello 64′). A disposizione: Bleve, Fiamozzi, Di Matteo, Marino, Cosenza, Riccardi, Falco, Tabanelli, Arrigoni, Felici, Tumminello, Saraniti. Allenatore: Fabio Liverani.

Arbitro: Antonio Giua.

Ammoniti: Lucioni (L) 52′, Lombardi (V) 58′.

Note: recupero p.t. 1′, recupero s.t. 6′.

Primo tempo. I lagunari al Penzo proveranno a staccare le ultime della classe conquistando i 3 punti, mentre i leccesi impegnati nella bagarre per la Serie A proveranno in tutti i modi a sbancare la casa veneta. Sin dalle prime battute entrambe le squadre tengono bene le posizioni concedendo poco, la prima occasione del match arriva al 16′ con Citro che intercetta un rinvio corto di Vigorito ma sbaglia clamorosamente a porta vuota col portiere ospite miracoloso in scivolata. I veneziani continuano a premere e al 24′ Bocalon arriva sulla trequarti e lancia in profondità Lombardi ma Vigorito in uscita bassa ferma i lagunari, la replica leccese arriva al 39′ col tiro cross di Venuti che costringe Vicario alla respinta in tuffo. Passano 3 minuti Citro con un sinistro al volo impegna seriamente Vigorito che respinge ma Segre sulla ribattuta spreca tutto da due passi divorandosi il goal così il primo tempo si chiude sullo 0-0.

Secondo tempo. Nella ripresa il Venezia sblocca il match con la girata mancina di Citro a seguito di un contropiede fulmineo, passa appena un minuto e il Lecce pareggia subito i conti col tiro sotto porta Palombi che sfrutta la perfetta sponda di La Mantia. Dopo le due reti i ritmi non aumentano con entrambe le squadre molto attente a non concedere nulla, al 71′ Tabanelli s’incunea in area e calcia di potenza mancando di pochissimo il bersaglio. Col passare dei minuti i veneziani provano a riportarsi in vantaggio col colpo di testa da 0 metri di Bocalon ma Vigorito si dimostra provvidenziale, nel finale nessuna delle due squadre riesce a segnare il goal vittoria così la sfida del Penzo termina in parità.

Classifica

Brescia 42-Palermo 41-Benevento 36-Lecce 35**-Pescara 35-Spezia 34-Verona 33-Cittadella 30-Perugia 29-Salernitana 28-Cremonese 27-Venezia 26-Ascoli 25*-Cosenza 24-Livorno 20-Foggia(-6) 20-Crotone 19-Carpi 18-Padova 17

*RIPOSA + una gara da recuperare

** Una gara da recuperare

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.