Serie B: Il Brescia vola in vetta alla classifica con un pokerissimo spettacolare!

Le rondinelle sbancano l'Adriatico dominando la gara dall'inizio alla fine

0

Domenica 3 febbraio ore 21:00

Pescara-Brescia 1-5 Donnarumma (B) rig. 21′, Romagnoli (B) 32′, Bisoli (B) 38′, Torregrossa (B) rig. 56′ 94′, Monachello (P) 58′

PESCARA (4-3-3): Fiorillo, Balzano, Gravillon, Scognamiglio, Del Grosso, Memushaj, Kanouté (Del Sole 75′), Brugman, Marras (Melegoni 62′), Capone (Monachello 46′), Mancuso. A disposizione: Kastrati, Bettella, Perrotta, Campagnaro, Ciofani, Del Sole, Bruno, Antonucci, Crecco, Melegoni, Monachello, Bellini. Allenatore: Giuseppe Pillon.

BRESCIA (4-3-1-2): Alfonso, Sabelli, Cistana, Romagnoli, Mateju (Curcio 45’+1′), Tonali, Bisoli, Ndoj (Dessena 72′), Spalek, Torregrossa, Donnarumma (Gastaldello 82′). A disposizione: Andrenacci, Lancini, Curcio, Gastaldello, Tremolada, Dessena, Martinelli, Morosini. Allenatore: Eugenio Corini.

Arbitro: Gianluca Aureliano.

Ammoniti: Gravillon (P) 13′, Sabelli (B) 64′, Melegoni (P) 83′, Romagnoli (B) 87′, Del Grosso (P) 93′.

Note: recupero p.t. 1′, recupero s.t. 5′.

Primo tempo. I padroni di casa proveranno a sfruttare il fattore campo per ridurre il distacco con le prime della classifica, mentre le rondinelle cercano il primato in solitaria provando ad espugnare l’Adriatico. Passano appena 5 minuti e Mancuso servito da Marras controlla palla e di prima intenzione sfiora il palo, passano 3 minuti e Marras a seguito di un contropiede entra in area e con un diagonale manca il bersaglio di pochissimo. La replica bresciana arriva al 12′ con la conclusione dai 20 metri di Ndoj che sorvola di poco la traversa, col passare dei minuti le rondinelle alzano il ritmo e al 20′ il direttore di gara assegna un penalty che Donnarumma trasforma spiazzando Fiorillo. Dopo il goal segnato il Brescia chiude gli spazi e riparte in contropiede sfiorando il raddoppio al 25′ con Ndoj che involatosi verso la porta calcia a lato di poco, i lombardi continuano a premere e al 32′ concedono il bis con Simone Romagnoli che servito da Alfredo Donnarumma non perdona trafiggendo Fiorillo. Il dominio bresciano continua e al 38′ Dimitri Bisoli serve il tris a tu per tu col portiere sugli sviluppi di un contropiede fulmineo chiudendo così il primo tempo sul 3-0 ospite.

Secondo tempo. Nella ripresa i biancazzurri cercano la reazione col tiro dal limite di Marras a botta sicura con la sfera che si schianta contro il palo, al 55′ il direttore di gara assegna il secondo rigore del match ai lombardi con Torregrossa che trasforma la massima punizione. Al 58′ il Delfino segna il goal della bandiera col colpo di testa di Monachello sul perfetto cross di Brugman, al 65′ Monachello sbuca alle spalle di tutti in area e di prima intenzione sfiora il palo. Il Pescara fatica a riaprire il match mentre le rondinelle giocano col cronometro per amministrare il vantaggio, all’80’ sugli sviluppi di un angolo Mancuso cerca l’angolino con un colpo di testa che costringe Alfonso al grande intervento. Nel finale arriva la quinta rete bresciana con la doppietta di Torregrossa che riceve da Dessena e chiude la sfida dell’Adriatico sul definitivo 5-1 con la netta vittoria del Brescia che vola momentaneamente in vetta alla B.

Classifica provvisoria: evidenziate le squadre con una gara in meno

Brescia 39-Palermo 37Lecce 34**-Pescara 34-Benevento 33-Verona 32-Spezia 31-Cittadella 30-Perugia 29*-Salernitana 28-Cremonese 26-Ascoli 25**-Venezia 25-Cosenza 24-Foggia(-6) 18-Crotone 18-Carpi 18-Livorno 17-Padova 16

*RIPOSA

** Una gara da recuperare

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.