Imparato: “Bisognerebbe fermare il campionato per il bene della Nazionale”

0

In diretta a ‘ Un Calcio Alla Radio’ , trasmissione condotta da Umberto Chiariello su Radio CRC TARGATO ITALIA è intervenuto Gaetano Imparato, giornalista de La Gazzetta dello Sport: “Insigne centravanti è una soluzione, è un’ idea. Non è un problema se l’allenatore sperimenta altre posizioni in Nazionale. Anzi, secondo me è un’idea da applicare ancora di più. C’è da lavorare, è l’ intero movimento “Italia” che è in difficoltà. Gravina-Sibilia? Il problema non è tanto la vacanza di presidenze in Federcalcio. Se noi vogliamo creare una Nazionale competitiva, dobbiamo avere il coraggio di fermare il campionato per un po’ di tempo e dare la possibilità a Mancini di creare un gioco. Conte chiese la possibilità degli stage. Ventura fu chiamato perché si riteneva che avesse una componente umana in grado di portarci al mondiale, ma così non fu. Bisogna fare un discorso anche sulle giovanili: l’Under 21 non sta andando benissimo. La settimana scorsa si diceva che era bello che le 4 italiane avessero vinto avessero tutte in coppa, ma quanti italiani hanno giocato? Pochi crescono nei club, ma non la Nazionale. Io con Tavecchio non ci ho mai avuto a che fare. Secondo me è stato uno dei migliori. Col cinema del VAR ha portato grandi innovazioni. Già piazzare Uva nel vertice del calcio internazionale era una grande intuizione insieme a quella del VAR ”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.