Per due anni ha spaccato, all’improvviso è sparito anche Frank

0

Ma all’improvviso è sparito anche Anguissa, il centrocampista che ha cambiato la vita di un settore intero, che è diventato energia pura per Lobotka e pure per Lobotka napoliZielinski, che per due anni ha spaccato le linee, ha riequilibrato le distanze, ha consentito di palleggiare in libertà, ha garantito a Di Lorenzo di andare in scioltezza, tanto ci sarebbe stato un amico a pensare alla fase passiva. Anguissa è stato il primo cambio di Marassi per modificare la natura del Napoli, che con Politano per Elmas fondamentalmente era rimasta simile in certi concetti e che con Raspadori per il mediano ha chiesto altro a sé stesso, per esempio il 4-2-3-1.

Factory della Comunicazione

Ma senza l’eleganza del suo interno, che ha sempre saputo interpretare qualsiasi esigenza, anche la più faticosa.

Mentre a Genova il «vecchio» Anguissa, quello che orientava pure le uscite attaccando le linee, è apparso prigioniero delle difficoltà collettive e la leadership, che gli è appartenuta senza indugi, è evaporata in una terra di nessuno, neanche la sua, nella quale non si avvertono le vibrazioni, le scosse, gli strappi che hanno indirizzato il Napoli.

Fonte: CdS

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.