SERIE A/ Juventus-Lazio 2-2: Milinkovic-Savic porta la Lazio in Europa

Il centrocampista serbo arriva allo scadere del recupero

0

Juventus e Lazio partono subito forte con la traversa scheggiata da Cataldi e il gol di Vlahovic su intuizione di Morata. Al 17′ arriva la passerella per Giorgio Chiellini, che lascia il posto a de Ligt e consegna la fascia di capitano a Dybala, sancendo il suo addio alla Juventus dopo 17 anni. La Lazio alza il baricentro e intensifica la manovra offensiva, ma è la qualità della squadra bianconera a mettere in difficoltà la difesa biancoceleste: Dybala accelera, tacco per Cuadrado che serve Morata in area; lo spagnolo controlla il pallone e tiene a distanza il marcatore, trovando un gran gol di destro. La Lazio sfrutta il palleggio per arrivare sul fondo e crossare, ma non riesce a ottenere grandi risultati. Nel secondo tempo la Lazio parte forte e trova il gol con Patric su sviluppi da calcio d’angolo. Al 77′ esce anche Dybala tra applausi e lacrime, mentre i biancocelesti spingono sull’acceleratore e si butta nella metà campo bianconera trovando il pareggio all’ultimo secondo con il tap-in vincente di Milinkovic-Savic.

JUVENTUS (4-2-3-1):Perin; Cuadrado, Bonucci, Chiellini (17′ pt de Ligt), Alex Sandro; Miretti, Locatelli (61′ st Ake); Bernardeschi, Dybala (77′ st Palumbo), Morata (61′ st Pellegrini); Vlahovic (61′ st Kean).

A disposizione

Szczesny, Pinsoglio, Rabiot, Rugani, de Ligt, Ake, Kean, Palumbo, Pellegrini.

Allenatore: Allegri

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Lazzari (84′ st Radu), Patric, Acerbi, Marusic; Milinkovic-Savi, Cataldi (76′ st Leiva), Luis Alberto (76′ st Basic); Felipe Anderson, Cabral (52′ st Pedro), Zaccagni. 

A disposizione

Reina, Adamonis, Basic, Romero, Moro, Radu, Leiva, Hysay, Kamenovic, Pedro, Akpa Akpro.

Allenatore: Sarri

Arbitro: Ayroldi

Note: Ammoniti: Acerbi (L), Beranrdeschi, Cuadrado, Ake (J), Milinkovic-Savic, Patric (L). Recupero: 2′ (pt), 5′ (st)

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.