Il CorrSport vota gli azzurri – Lozano e Petagna non incidono in zona gol. Male Ospina

Secondo il CdS si salvano solo gli esterni di difesa e Lobotka a centrocampo

0

Il Napoli chiude il 2021 con una sconfitta in casa contro lo Spezia, bestia nera, visto che l’aveva sconfitto ad inizio anno per 1-2. Una partita dove gli azzurri hanno fatto fatica come manovra, pochi tiri nello specchio, ad eccezione di Mertens, dove para Provedel. I liguri al primo affondo passano, punizione di Bastoni e Juan Jesus devia di testa nella propria porta, non impeccabile Ospina. Nella ripresa i partenopei cercano il pari, due reti annullate per fuorigioco e fallo in attacco di Petagna. Lozano però ha l’occasione più importante del match ma sbaglia a porta vuota, dove salva Erlic. Nel finale Porvedel salva sul tiro di Anguissa e traversa di Elmas. Secondo il CdS si salvano solo gli esterni di difesa e Lobotka a centrocampo.

 

Spalletti (all.) 5 – La sindrome del Maradona è ufficiale: terza sconfitta consecutiva. Prova a cambiarla, ma il Napoli sembra stanco e ancora vittima dei soliti cali di tensione. Nonché impreciso: 26 tiri, 0 gol. 


Ospina 5 – Jesus lo coglie di sorpresa, sì, ma lo stesso sarebbe accaduto se a colpire fosse stato Manaj: in ritardo.

Di Lorenzo 6 – Chiude l’anno con la partita numero 25 tra Europa e campionato (tutte per intero) e per poco non pareggia. Non si arrende mai.

Rrahmani 5,5 – Vivacchia dopo i lussi con il Milan. Un po’ incerto, non da lui.

Juan Jesus 5 – Maldestro e anche fatale, l’intervento di testa con cui anticipa Manaj e batte Ospina.

Mario Rui 6 – Spinge e chiude una diagonale super su Manaj pronto a colpire. Ammonito e diffidato, salterà la Juve.

Ghoulam (41’ st) sv – La firma.

Lobotka 6 – Lotta e conquista possessi (9), sì, ma detta giochi che, nel traffico e nel grigiore di una fase offensiva blanda, diventano scolastici.

Elmas (33’ st) 6 – Entra tardi. Prova a sfondare e scheggia la traversa di testa: ahilui, non è sempre Milano.

Anguissa 5 – La condizione non è brillante e l’andamento è lento. Soffre il confronto con Maggiore e compagni di mediana.

Politano 6 – Alza i ritmi nel secondo tempo: tormenta Reca (e un po’ Bastoni), sforna cross e ci prova personalmente. Finché ne ha.

 

Demme (41’ st) sv – Minuti nel caos finale.

Zielinski 5 – Molti passi indietro: stranamente prevedibile, di certo non ispirato ma forse – forse – condizionato da un colpo rimediato in avvio.

Ounas (24’ st) 5,5 – Una bella idea per Di Lorenzo e un tiraccio a mare.

Lozano 5 – Ha due occasioni per pareggiare, una addirittura d’oro, ma il destro è sempre debole. Come la sua spinta e le accelerazioni a sinistra.

Mertens 5 – Quarantacinque minuti e arrivederci. Un tempo in cui ci mette oltre mezzora a lasciare qualche traccia: un tacco, un tiro al lato. Pochino.

Petagna (1’ st) 5 – Ci mette sempre il cuore, ma ieri urgevano gol: 115, i giorni senza trovarlo.

Fonte: F. Mandarini (CDS)

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.