Sara Simeoni: “Ieri è stato qualcosa di eccezionale”

0

Sara Simeoni, campionessa olimpica del salto in alto a Mosca ’80, ha parlato oggi a Radio Punto Nuovo, a Punto Nuovo Sport Show. “Erano anni che non mi usciva una lacrima per i risultati in atletica. Ieri è stato qualcosa di eccezionale, quando vedi che nella tua specialità si riescono a fare delle prestazioni così è solo un piacere. Questi risultati fanno sì che il movimento cresca, così come è successo nel periodo mio e di Pietro Mennea. Mi aspetto che nella velocità e nel salto in alto ci sia questa promozione. Si danno tante medaglie, perché non pensare anche ai tecnici che sono riusciti a realizzare questo risultato. Nel calcio viene premiato nel calcio. In questi anni abbiamo subito fisicamente il dominio degli altri, bisogna avere quella voglia e quella determinazione per conquistare. C’eravamo adagiati un po’ sugli allori. Tamberi e Jacobs hanno mostrato la motivazione fondamentale per vincere. Ius soli? Non credo che sia un problema di Jacobs, lui è italiano. Ma, bisognerà fare in modo di non parlare più di questi problemi, non vedo la difficoltà di riconoscere a chi è in Italia da tanti anni la cittadinanza e chi ci nasce può scegliere tranquillamente di essere italiano. Maggiore continuità? Dopo questo periodo di covid 18 e di chiusure, ci si è resi conto spero della necessità di creare cittadelle dello sport in tutti i punti possibili. Nella scuola non si possono fare due ore di educazione fisica, deve cambiare qualcosa. Facciamolo. Complimenti anche alla grande Vanessa Ferrari”

Factory della Comunicazione

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.