L’appello di Osimhen: «Dite no al razzismo»

0

Così, ieri, all’improvviso. Una riflessione sentita e profonda nel bel mezzo delle sue vacanze rivolta al popolo social attraverso una storia pubblicata su Instagram. Il testo integrale, su sfondo di colore rigorosamente nero: «Parlate ai vostri bambini, ai vostri fratelli e anche ai vostri genitori per fargli capire quanto è disgustoso odiare un individuo per il colore della pelle!!!» Poi, un emoji inequivocabile: un omino con la mano sul volto, quella che per intenderci si aggiunge per sottolineare qualcosa di brutto. E il finale: «Dite no al razzismo». L’appello di Victor, in questo periodo libero dagli impegni con la Nazionale nigeriana a causa di un problema fisico che lui stesso ha svelato alla federazione attraverso un certificato, arriva pochi giorni dopo un altro social post significativo. Una foto che lo ritrae in tuta, accompagnata dalla frase: «Soltanto un ragazzo di Olusosun». Già, Olusosun, le origini mai dimenticate. Una delle discariche a cielo aperto più grandi del mondo a due passi da Lagos, la capitale della Nigeria, e soprattutto da casa Osimhen: è proprio lì che Osi, da piccolo, ha trovato le sue prime scarpe da calcio. 

Fabio Mandarini (Cds)

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.