Pepe Reina e quei brividi: “A Napoli, quel ruggito finale…the Champions!”

0

L’Equipe ha intervistato l’attuale portiere della Lazio, Pepe Reina che con 176 partite giocate è terzo nella classifica delle presenze delle coppe europee, dietro Casillas (186) e Cristiano Ronaldo (183).  Reina, tra le altre cose, ritorna anche sulla sua esperienza napoletana. Dei brividi suscitati dall’ urlo in occasione della Champions che si sentiva all’ allora San Paolo. «A Napoli l’inno della Champions è più forte per il ruggito finale dello stadio. “The Chaaaampiooooons”. Talmente forte che lo si ascolta anche stando fuori. Quando vivi questo, tu sei sorridente ancor prima di giocare». Si legge di un’ opportunità mai concretizzata: «Ho avuto la possibilità di giocare in Francia ma nel 2017 il Napoli non volle vendermi. Il Psg formalizzò un’offerta scritta che il club rifiutò». Infine, su questo nuovo calcio: «Sinceramente questa nuova visione del calcio, con i portieri che giocano con i piedi, mi ha favorito. Conta anche il modo di intendere il calcio di un allenatore. Con Sarri mi sono trovato molto bene a Napoli. In termini di piacere calcistico, direi che in Italia, nel Napoli e nella Lazio, ho potuto esprimere al massimo le mie caratteristiche».

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.