Lo afferma il Gip  «L’ammissione di Suarez: ebbe prima il test»

0

Un tassello alla volta, le indagini dell’ormai famoso caso legato all’esame farsa di Luis Suarez stanno andando a comporre un mosaico sempre più definito. L’ultimo è quello che parla di «ammissione» da parte dello stesso calciatore uruguaiano «di avere ricevuto dalla professoressa Spina» il file con il testo dell’esame che avrebbe dovuto sostenere all’Università degli Stranieri di Perugia per poi completare le pratiche relative all’ottenimento della cittadinanza italiana, in un primo momento necessaria per completare il suo trasferimento dal Barcellona alla Juventus.
L’ammissione di Suarez di aver ricevuto in anticipo l’esame da parte della professoressa Spina è rivelata da un provvedimento del gip, che ha motivato così la decisione di respingere la richiesta di revoca della sospensione di otto mesi applicata a Stefania Spina. E sarebbe proprio quello il testo che Suarez avrebbe poi dovuto ripassare bene anche in aereo viaggiando da Barcellona a Perugia.

LA VERITA’ DI SPINA. La versione di Suarez ripresa dal gip non è però la stessa della professoressa Spina, che al pm Raffaele Cantone aveva negato di aver comunicato in anticipo il contenuto dell’esame al calciatore: «Non si tratta di un copione ma di materiale che abbiamo usato a lezione. Ho detto a Suarez soltanto di prepararsi su tutto quello che avevamo fatto a lezione. Il testo del pdf contiene la presentazione con cui avrebbe cominciato l’esame e perciò avrebbe dovuto memorizzare quella parte di testo». In ogni caso secondo il gip ci sarebbe stato un intervento tale da contribuire «in maniera determinante» all’esito e alla conduzione «dell’esame farsa» di Suarez.

BATTUTE FINALI. Ci si avvicina in ogni caso alle battute finali dell’inchiesta condotta dalla procura di Perugia e che ha visto, tra gli altri, anche Fabio Paratici (insieme all’avvocato Chiappero, legale della Juventus) indagato per false informazioni al pubblico ministero. Probabile infatti che a breve i pm possano inviare avvisi di conclusione delle indagini o richieste di archiviazione.

A cura di Nicola Balice (CdS)

 

 

 

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.