Il CdS vota: sufficiente Koulibaly, Fabian Ruiz sfortunato

Di Lorenzo è tra i migliori, sufficiente anche la gara di Elmas.  Meret 6 - Potrebbe farsi benedire, per comincia

0

Il Napoli, dopo Udine, batte anche l’Empoli agli ottavi di Coppa Italia e vola ai quarti di finale. Azzurri avanti con Di Lorenzo che di testa si avvita su splendido cross di Lozano. La partita però è incerta e i toscani pareggiano con Bajrani, palo e rete. I partenopei però ritornano in vantaggio con il tiro di Lozano imparabile sotto l’incrocio dei pali. Nella ripresa il Napoli spreca un paio di occasioni dove tra parate e traverse scheggiate, si rimane 2-1. L’Empoli però non si arrende e pareggia ancora con Bajrani, palo e gol. Gli azzurri prima si divorano il nuovo vantaggio, Insigne a porta vuota e poi segna il 3-2 con Petagna che ribadisce in rete il salvataggio sul colpo di testa di Rrahmani. Il Napoli vola ai quarti dove attende la vincente di Roma-Spezia. Di Lorenzo è tra i migliori, sufficiente anche la gara di Elmas.

Meret 6 – Potrebbe farsi benedire, per cominciare: c’è sempre qualcuno che gli rovina la giornata, un amico (a Udine), un “nemico”, Bajrami, che s’inventa due prodezze.

Di Lorenzo 6,5 – Insensibile, fa l’1-0. Poi “sensibile”, perché lascia che Bajrami gli prenda lo spazio per pareggiare.

Rrahmani 5,5 – Dimentica Udine, ma mica poi tanto, perché in mezzo ogni tanto c’è un buco che si apre ed è almeno corresponsabile sul 2-2.

Koulibaly 6 – Torna dopo averne saltate quattro e dimostra di aver bisogno di partite per riprendere confidenza con se stesso. Ma comunque s’avverte.

 Ghoulam 5,5 – Non ha slanci che entusiasmino, semmai vuoti di memoria che preoccupano.

Demme 6 – Vede Haas o chi va dalle sue parti, sa fronteggiare e poi anche ripartire, perché la panchina non ha lasciato ruggine.

Bakayoko (44’ st) sv – Per cambiare.

Lobotka 5,5 – Con Samuele Ricci o con chi capita, però sempre con un ritmo agevole (per gli altri) e vana ricerca della profondità.

Fabian Ruiz (23’ st) 6 – Almeno prova e il palo gli toglie allegria.

Politano 6,5 – Sta dentro la partita e fa niente se tenta di fare spesso da solo. Ma vuole l’uno contro uno perché “sente” il dribbling.

L. Insigne (16’ st) 6 – Scarabocchia un po’ ma è vivo, dà slancio.

 Elmas 6 – Una rasoiata che Furlan gli smanaccia e poi varie ombre in quella terra di mezzo in cui il Napoli abbonda (per poi rimetterci alle spalle).

Zielinski (23’ st) 6 – Per qualche veronica e scaldarsi.

Lozano 7 – Si può scegliere tra l’assist d’esterno destro per Di Lorenzo e la freddezza e la rapidità (e la precisione) per il 2-1. Se non ci fosse, varrebbe la pena inventarselo.

Petagna 6 – Un’anima in pena che sembra in conflitto con troppe paure. Poi la sistema lui, in mischia.

Llorente (44’ st) sv – Quello degli ultimi secondi.

Gattuso (all.) 5,5 – Continua a vivere nelle sue certezze pur dinnanzi alle insicurezze che trasmette la “sua” squadra.

A cura di A. Giordano (CdS)

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.