Compangoni: “Koulibaly? Problemi di testa, Kulenovic ha tenuto botta”

0

Il giornalista Maurizio Compagnoni ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di  Radio Marte nel corso della trasmissione Si gonfia la rete:

Napoli bene?

“Come risultato benissimo, per il resto ho trovato Gattuso adirato. La prima mezz’ora del Napoli è stata inspiegabile. Conoscendo lui è strano questo approccio. Quando il Napoli approccia bene fa partite capolavoro, come con l’Atalanta. Quando non lo fa sono senza idee, fanno il compitino. Una squadra con un potenziale enorme, il vero Napoli avrebbe asfaltato il Rijeka, che invece ha avuto tante occasioni. Poi il secondo tempo poteva terminare anche 1-4 per il Napoli, si è vista la differenza”.

Napoli in affanno nelle ultime partite?

“Penso che la risposta possa darla solo Gattuso, chiaramente però c’è un problema. Rispetto a Napoli-Atalanta che avevo commentato mi sono sembrati due mondi diversi. Gattuso ieri era molto arrabbiato, forse il problema è di preparazione ma anche di testa. Dal prossimo turno di campionato mi aspetto un Napoli diverso”.

Kulenovic?

Ha tenuto botta con Koulibaly, l’ho elogiato. In un Torneo di Viareggio fece 6 gol. Dopo la gara di ieri magari può tornare in Italia”.

Koulibaly?

“Anche qui problema di testa. Prima di ieri stava facendo un’ottima stagione. Deve lavorarci Gattuso. Sono molto curioso della reazione del Napoli a Bologna”.

Milan per lo Scudetto?

“Non è stato costruito per questo ma per entrare nelle prime 4. Molti milanisti me lo chiedono ma dipende dalle altre e dalla quota Scudetto. Io credo che la Juventus abbia il problema di un allenatore che non ha ancora mai allenato in vita sua, ha fatto qualche esperimento ma fino a 2 mesi fa non faceva questo mestiere. Quest’anno la Juventus ha un centravanti, Higuain era solo la pallida copia del giocatore ammirato a Napoli. La squadra però continua ad avere qualche problema di equilibrio. Ha vinto contro due squadre modeste ma la rosa è fortissima. In questo momento non c’è l’ammazza-campionato, quindi diverse società possono puntare allo Scudetto”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.