Inzaghi: “Contro il Napoli serve coraggio, con Rino c’è affetto e stima”

0

Alle ore 18:00 il tecnico del Benevento, Filippo Inzaghi, ha rilasciato alcune dichiarazioni nella conferenza stampa di vigilia della sfida contro il Napoli.

Quelle contro il Napoli sono partite in cui non deve mancare il coraggio. Certe partite sono per noi quasi impossibili, ma noi dobbiamo provare a tenerle aperte come abbiamo fatto a Roma. Certamente siamo stati un po’ ingenui, ma io sono felice di vedere che ho una squadra con coraggio ed entusiasmo. Tutte le partite sono difficili. Affrontiamo squadre forti. Domani sarà una ulteriore prova. Non partiamo battuti in partenza. Dovremo fare una grande partita. A Roma abbiamo dimostrato di potercela giocare contro chiunque”.

Condizione fisica?
“Stiamo bene. Recuperiamo Viola che per noi è un giocatore fondamentale. Non avremo Iago, che ha avuto un leggero problemino. Domani non lo rischiamo. Ci auguriamo di averlo già a disposizione mercoledì contro l’Empoli in coppa Italia”.

Il Benevento ha preso spesso gol in contropiede. Cosa pensa di questa tendenza?
Di chiacchiere ne sento tante. Io penso che l’unica squadra per salvare il Benevento sia quello di giocare al calcio. Abbiamo preso gol solo di ripartenze, perché avevamo giocatori fuori posizione per la troppa voglia di far gol. Abbiamo preso gol evitabili contro Inter e Roma. Io mi tengo stretto quanto di buono abbiamo fatto. Se dicessero che il Benevento fa catenaccio, mi farebbe fastidio”.

Scelte di formazione. Insigne e Maggio hanno possibilità di giocare titolari?
“Tutti quelli convocati possono giocare. Ho dubbi perché la condizione della squadra è buona. Ho l’imbarazzo della scelta”.

Come si affronta il Napoli? Come lo ha fatto l’AZ in coppa?
“Sappiamo come affrontare gli azzurri. Dovremo avere equilibrio ed essere più furbi in certi frangenti. Penso che sbagliando impareremo e cresceremo”.

Come sarà ritrovare Gattuso? Come stanno vivendo l’attesa invece, Maggio ed Insigne?
“Maggio ed Insigne la stanno vivendo in maniera serena. Con Rino siamo grandi amici. Per novanta minuti saremo avversari, ma poi ci guarderemo sempre con lo stesso affetto. Insieme abbiamo vinto tanto. È sempre stato un compagno leale. C’è grande stima ed affetto“.

Contro la Roma abbiamo visto Lapadula un po’ in difficoltà. C’è la possibilità che giochi Sau?
Lapadula si allena con regolarità da dieci giorni con noi. Contro la Roma ha fatto bene, ma è chiaro che non è ancora al top della forma. A me dispiace non far giocare Sau che sta molto bene. È comunque un dubbio che mi porto dietro. Sono contento perché ho tanti attaccanti e mercoledì in coppa ritroveremo anche Moncini”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.