ESCLUSIVA – Valeria Grasso: “Interrompo dal San Paolo, un libro per ricordare il calcio del passato”

All'interno l'intervista fatta a Valeria Grasso

0

Il calcio raccontato alla radio, trasmetteva passione e l’adrenalina per chi non poteva essere allo stadio, grazie al giornalismo dei vari Ciotti, Ameri e Provenzano. Oggi lo si guarda nelle pay-tv o allo stadio, ma lo si può anche raccontare. Tra le varie giornaliste, anche Valeria Grasso che è stata intervistata da “ilnapolionline.com”.

Il titolo del libro “Interrompo dal San Paolo, è anche per ricordare “Tutto il calcio minuto per minuto” dei compianti Ciotti e Ameri? “Assolutamente sì, anzi è un modo per ricordare con forza il loro modo di raccontare il calcio. Loro hanno fatto la storia di questo sport, io sin da bambina ero tifosa del Napoli, per me era sempre un’emozione sentire loro quando dai campi raccontavano le azioni e come se noi le avessimo viste. Il libro è un concentrato di tutto e sono contenta che abbia riscontrato tanto interesse in molte persone”.

Un altro aspetto è che a raccontarlo sono molte giornaliste, con dovizia e la giusta attenzione. Cosa ne pensi in merito? “La competenza calcistica è a mio avviso è di tutti, sia dei maschi ma anche noi donne stiamo dimostrando di saperci fare. Io ho sempre considerato questo sport come un qualcosa di importante e averlo raccontato in questo libro mi ha gratificato tanto, così come tutte le mie amiche e colleghe”.

Anche il calcio in questi anni in Italia sta diventando sempre più in rosa, grazie anche ai mondiali. Noi che lo seguiamo ne abbiamo conferme, anche secondo il tuo punto di vista? “Era ora che anche il calcio fosse di competenza delle ragazze, lo sto riscontrando anche io e mi fa piacere. Sarebbe importante se si passasse al professionismo per far crescere il movimento, ma noto che si sta andando questa direzione”.

In attesa che finisce il mercato, che campionato ti aspetti, dove il Napoli cercherà di recuperare posizioni rispetto allo scorso anno? “Sarà un inizio di stagione non semplice, perché come hai detto tu il mercato è ancora in essere e potrebbero ancora esserci dei cambiamenti. Anche il Napoli dovrà capire chi parte ed eventuali arrivi in rosa, in attesa del campionato. Domenica si va a Parma, non una sfida semplice, con Osimhen tutto da scoprire, però come sempre incrociamo le dita e ci auguriamo di partire con il piede giusto”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

RIPRODUZIONE RISERVATA ®

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.