Serie B – Col pareggio dello Spezia il Crotone è in Serie A

0

Ore 21:00

Ascoli-Pordenone       2-2 Bocalon (P) 1′, Pobega (P) 22′, Ninkovic (A) 44′ 48′

Chievo-Cittadella      4-1 Panico (C) 11′, Rigione (C) 42′, Vignato (C) 45’+1′, Di Noia (C) 64′, Djordjevic (C) 76′

Cosenza-Pisa              2-1 Carretta (C) 28′, De Vitis (P) 77′, Asencio (C) 93′

Cremonese-Spezia     0-0

Entella-Perugia          0-2 Iemmello (P) 35′, Buonaiuto (P) 44′

Frosinone-Benevento 2-3 Di Serio (B) 7′, Brighenti (F) 30′, Caldirola (B) 38′, Tello (B) 40′, Dionisi (F) 59′

Salernitana-Empoli    2-4 Gondo (S) 24′, Bajrami (E) 28′ 40′, Ciciretti (E) 43′, Djuric (S) rig. 59′, Mancuso (E) 85′

Trapani-Pescara         1-0 Luperini (T) 13′

Venezia-Juve Stabia   1-0 Maleh (V) 47′

Ascoli-Pordenone. La sfida si sblocca al 1′ con Bocalon che sfrutta un batti e ribatti e insacca, gli ospiti restano in controllo del match e al 22′ a seguito di una ripartenza Pobega raddoppia le marcature con una conclusione chirurgica che bacia la parte interna del palo e si insacca. Nel finale di tempo l’Ascoli accorcia le distanze col colpo di testa di Ninkovic chiudendo i primi 45 minuti sul 2-1. Nella seconda frazione arriva il pareggio bianconero con la doppietta di Ninkovic con un tiro da posizione defilata, nel finale nessuna delle due squadre riesce a siglare il goal-vittoria così al triplice fischio la sfida termina in parità.

Chievo-Cittadella. Gli ospiti si portano in vantaggio all’11’ con Giuseppe Panico che riceve da Diaw e calcia nell’angolino, al 22′ Rizzo lascia partire un tiro-cross bloccato da Semper. Nel finale di tempo i clivensi prima pareggiano col colpo di testa di Rigione e poi la ribalta con Vignato così al duplice fischio squadre a riposo col 2-1 Chievo. Nella ripresa arriva il tris del Chievo col tiro di Di Noia che si insacca dopo una leggera deviazione, al 76′ arriva il poker gialloblu con l’incornata di Djordjevic da distanza ravvicinata per il definitivo 4-1 clivense.

Cosenza-Pisa. Prima occasione al 12′ col colpo di testa ravvicinato di Casasola bloccato provvidenzialmente da Gori, al 28′ i Lupi sbloccano il punteggio con Carretta che è il più lesto a smarcarsi sul cross di Casasola. Nel finale di tempo non arriva il pareggio nerazzurro così al duplice fischio squadre a riposo con i calabresi in vantaggio. Nel secondo tempo Riviere cerca il colpo di testa ma Marin lo anticipa in extremis, al 66′ Carretta parte in contropiede alla ricerca del raddoppio ma il giocatore di casa spreca tutto. Al 77′ arriva il pareggio pisano con De Vitis che dal cuore dell’area non perdona, nel finale arriva il nuovo vantaggio cosentino con Asencio che firma il definitivo 2-1.

Cremonese-Spezia. Al 12′ la prima emozione col missile di Celar alto di un soffio, al 29′ Iemmello supera il diretto marcatore e lascia partire un siluro alto di un soffio. Nel finale di tempo la sfida non si sblocca così al duplice fischio si va a riposo a reti inviolate. Nella seconda frazione Terranova sbaglia il tocco in area sul cross di Mora sfiorando l’autorete, al 65′ Celar converge e calcia mandando la sfera sull’esterno della rete. Nel finale la sfida non si accende così al triplice fischio la contesa termina senza reti con poche emozioni.

Entella-Perugia. Il primo brivido arriva al 9′ col colpo di testa di Rodriguez verso l’incrocio costringendo Vicario al super intervento in volo, al 20′ Buonaiuto crossa per Falzerano che di testa centra il palo. Al 35′ arriva il vantaggio ospite con Iemmello che sfrutta l’assist di Mazzocchi, nel finale di tempo arriva il raddoppio ospite con missile di Buonaiuto che chiude la prima frazione sul 2-0 perugino. Nella ripresa Dezi cerca il tiro a giro mancando il bersaglio non di molto, al 70′ sul cross di De Col Mazzitelli di testa si divora il goal così al triplice fischio il Perugia si porta a casa la vittoria.

Frosinone-Benevento. I sanniti sbloccano il punteggio al 7′ con la bellissimo rasoiata dal limite di Di Serio, al 25′ Novakovich calcia dal limite a botta sicura ma Tuia in ripiegamento difensivo salva i suoi. Passano 5 minuti e arriva il pareggio ciociaro con Brighenti che dal limite dell’area piccola insacca, nel finale di tempo arriva prima il raddoppio campano con l’incornata di Caldirola e poi il tris con la rasoiata di Tello che chiude i primi 45 minuti sul 3-1 ospite. Nel secondo tempo il Frosinone accorcia le distanze con la rasoiata di Dionisi, al 75′ Kragl lascia partire una sassata a lato di pochissimo ma al triplice fischio i beneventani conquistano i 3 punti.

Salernitana-Empoli. Al 14′ la prima emozione col sinistro a giro di Cicretti bloccato da Micai, al 24′ vantaggio campano col tocco sotto di Gondo che anticipa l’uscita di Brignoli. Passano 4 minuti e arriva il pareggio empolese col destro a giro da fuori di Bajrami, Nel finale di tempo Bajrami prima completa la rimonta con un bellissimo tiro da fuori area e poi Ciciretti firma il tris empolese che chiude il primo tempo. Nella ripresa l’arbitro assegna un penalty ai salernitani che lo specialista Djuric trasforma spiazzando Brignoli, nel finale arriva il poker toscano col sinistro da fuori di Mancuso per il definitivo 4-2 ospite.

Trapani-Pescara. I padroni di casa alzano il ritmo e al 13′ si portano in vantaggio con l’incornata di Luperini sul cross di Colpani, al 27′ Bettella di testa colpisce a botta sicura ma Fiorillo si esibisce in una super parata. Nel finale di tempo non arriva il pareggio del Delfino così al duplice fischio si va a riposo sull’1-0 siciliano. Nella seconda frazione Maniero cerca il pareggio di testa ma Carnesecchi fa buona guardia e blocca, al 75′ Pettinari gira id prima intenzione ma Fiorillo in tuffo blocca a terra. Nel finale i pescaresi non riescono a pareggiare così al triplice fischio il Trapani si aggiudica la contesa.

Venezia-Juve Stabia. Prima occasione pericolosa al 16′ col colpo di testa di Modolo sugli sviluppi di un angolo bloccato da Provedel, i ritmi sono veramente bassi così per vedere un’occasione degna di nota dobbiamo aspettare il finale di tempo con Fazio che sfiora l’autogoal anticipando Maleh così al duplice fischio squadre a riposo senza reti. Nel secondo tempo arriva il vantaggio lagunare con Maleh che finalizza una bella azione corale, al 68′ Molinaro crossa per Longo che col mancino sfiora il palo. Nel finale non arriva la replica campana così al triplice fischio il Venezia si aggiudica la sfida.

Classifica

Benevento 83-Crotone 65-Spezia 57-Pordenone 56-Frosinone 53-Cittadella 52-Empoli 51-Salernitana 51-Chievo 50-Pisa 50-Venezia 47-Entella 47-Ascoli 46-Cremonese 45-Perugia 45-Pescara 42-Juve Stabia 41-Cosenza 40-Trapani 38-Livorno 21

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.