Liga: La doppietta di Benzema regala il titolo al Real Madrid

0

Ore 18:30

Eibar-Valladolid              3-1 Bigas (E) 21′, Inui (E) 28′, Guardiola (V) 71′, De Blasis (E) rig. 92′

Ore 21:00

Athletic Bilbao-Leganés 0-2 Guerrero (L) 79′, Assalé (L) 94′

Barcellona-Osasuna        1-2 Arnaiz (O) 16′, Messi (B) 62′, R. Torres (O) 94′

Betis-Alavés                     1-2 Joselu (A) 51′, Ely (A) 76′, Moròn (B) 93′

Celta Vigo-Levante         2-3 Bardhi (L) 11′ 28′, Mina (C) 36′, Aspas (C) 45’+1′, Mayoral (L) 52′, Nolito (C) 92′

Getafe-Atletico Madrid  0-2 Llorente (A) 54′, Partey (A) 80′

Mallorca-Granada          1-2 J. Hernandez (M) 20′, Diaz (G) 45’+1′, Fernandez (G) 69′

Real Madrid-Villarreal   2-1 Benzema (R) 29′ 77′, Iborra (V) 83′

Real Sociedad-Siviglia    0-0

Valencia-Espanyol          1-0 Gameiro (V) 17′

 

 

Eibar-Valladolid. Primo brivido al 14′ col missile largo di poco dal limite di Sandro Ramirez, al minuto 21 la gara si sblocca con la precisa incornata nell’angolino di Pedro Bigas. Al 28′ arriva il raddoppio degli armeros col facile tap-in di Takashi Inui, nel finale di tempo Pedro Leon centra in pieno la traversa così al duplice fischio squadre a riposo sul 3-0 per l’Eibar. Nella seconda frazione Tejero cerca il tris con una sassata alta per una questione di centimetri, al 71′ l’arbitro assegna un rigore al Vallaodlid che prima Guardiola sbaglia ma poi sulla respinta è il più lesto di tutti nell’accorciare le distanze. Nel finale però l’arbitro assegna un calcio di rigore anche all’Eibar che De Blasis trasforma per il definitivo 3-1 armero.

 

Athletic Bilbao-Leganés. Il primo brivido arriva al minuto 12 col destro da fuori di Unai Lopez respinto da Cuellar, al 22′ Bilbao in 10 per l’espulsione di Simon. Al 39′ Amadou ci prova col destro dall’interno dell’area mancando il bersaglio di poco così al duplice fischio squadre a riposo a reti inviolate. Nella seconda frazione Siovas lascia partire un mancino potentissimo da fuori a lato di un soffio, al 72′ Villalibre lascia partire un destro terrificante a lato di un niente. Al 79′ i pepineros sbloccano il punteggio con la rasoiata di Guerrero, nel recupero arriva anche il raddoppio ospite col destro vincente di Assalé per il definitivo 2-0.

 

Barcellona-Osasuna. Gli ospiti sbloccano la contesa al 16′ col destro vincente di José Arnaiz all’altezza del dischetto, al 22′ Messi colpisce la traversa direttamente su punizione. Al 32′ ancora Messi pericoloso su calcio piazzato ma la pulga col mancino sfiora il palo, nel finale di tempo Braithwaite riceve da Ansu Fati e calcia a lato di poco chiudendo il primo tempo sull’1-0 ospite. Nella ripresa Leo Messi pareggia i conti col mancino direttamente su calcio di punizione, al 77′ Gallego riceve il rosso diretto lasciando l’Osasuna in 10 uomini. Nel finale però arriva il raddoppio dell’Osasuna con Roberto Torres che regala la vittoria ai suoi espugnando il Camp Nou.

 

Betis-Alavés. Primo brivido al 7′ col siluro di Burke alto di un soffio, col passare dei minuti il ritmo cala vistosamente con entrambe le formazioni poco incisive. Nel finale di tempo Fekir ci prova cl sinistro ma la sua conclusione termina a lato di un niente così al duplice fischio squadre a riposo senza goal. Nel secondo tempo Joselu sblocca il punteggio con un preciso destro dal cuore dell’area che si insacca a fil di palo, al 76′ Ely raddoppia le marcature con un destro ravvicinato sugli sviluppi di un angolo. Il Betis alza il ritmo e nel recupero Loren Moròn accorcia le distanze col destro per il definitivo 2-1 che chiude la sfida.

 

Celta Vigo-Levante. La sfida si sblocca all’11’ col destro dal cuore dell’area di Bardhi, passano 2 minuti e Borja Mayoral raddoppia le marcature ma l’arbitro annulla con l’ausilio del VAR. Al 28′ arriva il 2-0 ospite con la doppietta di Barchi che dal cuore dell’area insacca a fil di palo, nel finale di tempo prima Santi Mina accorcia le distanze con un destro ravvicinato e poi Iago Aspas pareggia i conti chiudendo il primo tempo sul 2-2. Nella ripresa il Levate si riporta in vantaggio grazie al destro di Mayoral dall’interno dell’area piccola, i padroni di casa alzano il ritmo e nel recupero Nolito riesce a pareggiare i conti ma la rete viene annullata col VAR e il giocatore si fa espellere per proteste così il Levante si aggiudica i 3 punti.

 

Getafe-Atletico Madrid. Al 12′ arriva la prima emozione col tentativo dal centro dell’area di Nyom alto di pochissimo, al 26′ Cabaco ci prova id testa da distanza ravvicinata mancando il bersaglio non di molto. Nel finale di tempo Cucurella ci prova col mancino mancando lo specchio di un niente così al duplice fischio il risultato è 0-0. Nel secondo tempo colchoneros in vantaggio col destro da fuori di Marcos Llorente, i ragazzi di Simeone alzano il ritmo e all’80’ raddoppiano le marcature col destro vincente di Thomas Partey che sfrutta l’assist di Vitolo per il 2-0 che chiude definitivamente i giochi.

 

Mallorca-Granada. Al 15′ il primo brivido al tentativo al volo di Machis respinto provvidenzialmente da Reina in volo. Passano 5 minuti e il Mallorca sblocca il match col destro nell’angolino di Juan Hernandez a seguito di un contropiede. Nel finale di tempo arriva il pareggio ospite col destro da fuori di Victor Diaz per l’1-1 che chiude i primi 45 minuti. Nel secondo tempo gli ospiti alzano il ritmo e al 69′ completano la rimonta con la rasoiata di Carlos Fernandez. All’80’ Mallorca in inferiorità numerica per l’espulsione di Sedlar. Nel finale Puertas sigla il 3-1 ma la marcatura viene annullata dal VAR così la sfida si chiude sul definitivo 2-1. in favore del Granada. 

 

Real Madrid-Villarreal. Al 4′ la prima palla-goal col tentativo di Carvajal a alto di un soffio sul cross di Ramos, al 16′ Modric cerca l’eurogoal da fuori col destro dai 25 metri ma la sfera esce di pochissimo. Al 29′ Benzema sblocca la sfida con un preciso destro sfruttando l’assist di Modric così al duplice fischio squadre a riposo col vantaggio madridista. Nella ripresa Ontiveros cerca il pareggio direttamente su punizione ma la sfera sorvola la traversa di poco, al 73′ l’arbitro assegna un rigore ai blancos che Ramos gioca corto per Benzema che sigla il raddoppio madridista. All’83’ Iborra accorcia le distanze con una precisa incornata, nel recupero Asensio serve il tris ma la rete viene annullata dal VAR così al triplice fischio il Real si laurea campione di Spagna con una giornata d’anticipo.

 

Real Sociedad-Siviglia. Fase iniziale di studio tra le due squadre con ritmo molto bassi e pochissime azioni degne di nota. Al 22′ Willian José calcia da fuori sfiorando il palo. Nel finale di tempo Merino cerca il vantaggio per la squadra di casa ma il suo sinistro da fuori termina a lato così al duplice fischio si va a riposo a reti inviolate. Nella seconda frazione Wiallin José dal centro dell’area calcia id prima intenzione col destro mancando il bersaglio. All’82’ Merino ci prova di testa sul cross di Oyarzabal ma la sfera termina sul fondo così al triplice fischio la sfida termina 0-0.

 

Valencia-Espanyol. I padroni di casa alzano il ritmo e al 17′ si portano in vantaggio con la rasoiata di Kevin Gameiro che si insacca nell’angolino. Al 28′ Didac Vila carica il destro ed esplode un missile a lato non di molto dal centro dell’area così al duplice fischio si va a riposo col vantaggio valenciano. Nella seconda frazione Embarba cerca gloria personale dai 25 metri ma la sfera termina alta non di molto. All’81’ Darder calcia dai 25 metri col destro ma la sfera si spegne sul fondo così al triplice fischio il Valencia si aggiudica i 3 punti.

 

Classifica

Real Madrid 86-Barcellona 79-Atletico Madrid 69-Siviglia 67-Villarreal 57-Real Sociedad 55-Getafe 54-Valencia 53-Granada 53-Athletic Bilbao 51-Osasuna 51-Levante 46-Eibar 42-Betis 41-Alavés 39-Valladolid 39-Celta Vigo 36-Leganés 35-Mallorca 32-Espanyol 24

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.