Ecco i voti della panchina (Mattino): Ieri panchina insufficiente

0

DEMME 5,5
Si piazza al centro del centrocampo e impiega un attimo a dimostrare che quello è il suo habitat naturale. Gioca sempre tanti palloni ma senza mai essere realmente incisivo nelle verticalizzazioni per gli attaccanti. Aiuta anche in fase di copertura con raddoppi sistematici.

ELMAS 5,5
Entra con la voglia di spaccare tutto. Corre come un matto per tutto il campo ma gli manca sempre l’ultimo controllo per liberarsi dell’uomo e puntare la porta. La grinta non gli manca, così come la grande disponibilità al sacrificio. In prospettiva sarà certamente uno dei punti fermi del Napoli.

MILIK 5,5
Un paio di sponde e poco più. Zero palloni aerei da poter sfruttare grazie alla sua fisicità, e allora l’unica vera occasione per mettersi in mostra arriva su un calcio piazzato nel finale. La trasformazione, però, è da dimenticare, con la palla che finisce altissima sopra la traversa.

LOZANO 5,5
Ci prova con qualche guizzo, ma è poca roba. Quanto meno conferma di avere la voglia di mangiarsi il mondo con quelle gambe rapide che mulinano come pale al vento. Il vento, però, non porta il giusto scompiglio nella difesa del Milan e il gol da tre punti stavolta non arriva.

POLITANO sv
L’ultima carta giocata da Gattuso per provare a vincere la partita nel finale. Politano si piazza sul binario di destra con il preciso compito di attaccare, attaccare e attaccare. Riceve pochissimi palloni giocabili e il suo contributo finisce per essere troppo inconsistente per poter lasciare un segno indelebile.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.