Lorenzo Insigne: “Restiamo uniti, restiamo a casa”

0

Una clip in cui i calciatori lanceranno un appello ai napoletani: «State a casa, non uscite, pensate agli altri». Lo avevano in mente da qualche giorno, sarà realtà nelle prossime ore. Perché anche lo spogliatoio del Napoli è ora travolto dalla preoccupazione. E’ stato nel giorno in cui la zona arancione è stata estesa a tutta Italia che Mertens e soci hanno compreso la delicatezza della situazione.

Lunedì, alla ripresa degli allenamenti, il clima era diverso. E Gattuso e la squadra hanno avuto un colloquio in cui i calciatori hanno iniziato a mostrare preoccupazione. E non è un caso che ieri mattina il capitano Lorenzo Insigne. Non solo a nome suo ma anche perché in tanti nel Napoli sono pronti a dare il proprio contributo, ha chiamato il governatore Vincenzo De Luca, per chiedere come procedere per offrire un sostegno.

E subito dopo ha postato sui social il proprio appello: «Il reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Cotugno di Napoli ha bisogno del nostro aiuto, di seguito tutti i dati per effettuare la donazione, restiamo uniti, restiamo a casa», le parole di Lorenzo. Fonte: Il Mattino

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.