Premier, rinviata Manchester City/Arsenal: i comunicati dei club

0

Manchester City-NapoliAnche l’Inghilterra, ed il suo calcio, cominciano a fare i contoi con l’emergenza che sta coinvolgendo l’ Europa. Manchester City-Arsenal di Premier League è stata rinviata a causa del Coronavirus. A comunicarlo sono entrambi i club con una nota ufficiale. Così il club di Manchester: “La decisione di posticipare la partita di stasera è stata presa come misura precauzionale dopo che è emerso che il personale dell’Arsenal FC è entrato in contatto con il proprietario dell’Olympiacos e del Nottingham Forest, Evangelos Marinakis, che è risultato positivo al COVID-19. Il Manchester City FC augura a Marinakis un rapido recupero, e nei prossimi giorni seguiranno ulteriori informazioni sulle date riprogrammate, ma si consiglia ai tifosi di non recarsi allo stadio Etihad per questo appuntamento”.

L’Arsenal ha spiegato nel dettaglio l’accaduto e la motivazione dello stop: “In seguito alla notizia di ieri che Evangelos Marinakis, proprietario dell’Olympiacos, ha recentemente contratto Covid-19, sotto consiglio medico abbiamo rintracciato tutti coloro che avevano avuto uno stretto contatto con lui 13 giorni faCome risultato di questa ricerca abbiamo identificato che un certo numero di giocatori ha incontrato il proprietario dell’Olympiacos immediatamente dopo la partita”. 

“La consulenza medica che abbiamo ricevuto pone il rischio che queste persone sviluppino il Covid-19 a livelli estremamente bassi. Tuttavia, stiamo seguendo rigorosamente le linee guida del governo che raccomanda a chiunque entri in stretto contatto con qualcuno con il virus di autoisolarsi a casa per 14 giorni. Di conseguenza, i giocatori non sono disponibili per la partita di stasera contro il Manchester City e la Premier League ha deciso che la partita sarebbe stata posticipata. I giocatori rimarranno nelle loro case fino alla scadenza del periodo di 14 giorni. Quattro membri dell’Arsenal – che erano seduti vicino a Mr Marinakis durante la partita – rimarranno a casa fino al termine dei 14 giorni”.

gianlucadimarzio.com

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.