Questa volta è un attacco appuntito, per Mertens 300 gare col gol. Il Mattino dà i voti all’attacco

0

I voti de Il Mattino

6 MERTENS
In occasione del pallone borseggiato da Milik sull’1-0 sarebbe facilmente imputabile di concorso di reato perché con il suo  pressing sul giovanissimo Vandevoordt è utilissimo per mettere a segno il colpo. Freddissimo dal dischetto nel calare il poker con un delizioso cucchiaio. Il record di Hamsik è più vicino.

8 MILIK
Non segnava dal 2 novembre contro la Roma in campionato. In Champions addirittura non faceva centro dal settembre 2017 contro lo Shakhtar. Stavolta ne butta dentro 3 in un tempo solo. L’ariete che mancava al centro dell’area per sfondare le difese. Si piazza lì e calamita ogni pallone che arriva. Indomabile.

 

sv LOZANO
Ancelotti gli concede qualche minuto da giocare largo a destra nel tridente del finale. Qualche scatto, a niente di più. Si fa vedere poco e per tanto anche i compagni lo cercano poco. Non incide mai e sembra abbastanza estraneo alla manovra del Napoli. Ancora in fase di rodaggio, anche se oramai siamo a dicembre.

sv LLORENTE
Nel finale per prendere mettere centimetri in area e tenere un po’ di palloni nella metà campo del Genk. I giochi sono praticamente fatti e dalle sue parti palloni giocabili ne arrivano pochissimi. Aiuta anche sulle palle inattive in fase difensiva dove può far valere il fisico sui palloni alti. Prezioso.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com