ESCLUSIVA – F. Russo (port. Napoli femm.): “Il nostro calcio? C’è sudore e tanto sacrificio”

All'interno l'intervista al portiere del Napoli femminile

0

Il campionato di serie B femminile negli ultimi anni sta guadagnando punti sul pano del gioco e delle emozioni e le neo promosse in massima serie se la stanno giocando con le migliori. Quest’anno ci proverà il Napoli femminile di mister Geppino Marino per salire in serie A. Ilnapolionline.com ha intervistato il portiere delle azzurre Federica Russo sul momento della squadra e sul movimento femminile.

 

Dopo questi primi mesi in azzurro, sei soddisfatta del tuo rendimento tra i pali? “Si sono abbastanza soddisfatta. Per ora su 3 partite ne abbiamo vinte 2 e pareggiata 1 quindi sono dei buoni risultati , anche se so che posso dare qualcosina di più per cercare di non prendere gol”.

Secondo te dopo le prime partite tra campionato e Coppa Italia aspetti positivi e dove dovete migliorare? “Secondo me stiamo iniziando a conoscerci meglio ed a giocare sempre Più da squadra unita. La prima partita contro il Cesena non voglio contarla perché era la prima , non ci conoscevamo ancora bene a livello di campo e abbiamo fatto errori a livello tecnico ma anche di concentrazione. Però pur non brillando siamo riuscite a portarci a casa i 3 punti che è fondamentale. Come aspetto negativo direi che ogni tanto ci manca quella concentrazione in più che ci serve a rimanere lucide in alcune situazioni e a risolverle nella maniera più semplice possibile. Ci serve giocar semplice e ogni tanto invece ci complichiamo la vita”.

Anche se è presto secondo te il Napoli femminile ha le carte in regola per salire in serie A? “Sicuramente siamo una squadra ben strutturata. Abbiamo qualità è un bel gioco ma Non mi piace parlare prima. Iniziamo a lottare e vincere una partita alla volta. Poi a fine anno ne riparliamo. Nel calcio non c’è nulla di scontato e vincere il campionato di serie B secondo me sarà difficile. Non dobbiamo abbassare la guardia e lavorare sempre a mille”.

Vedere gli stadi pieni per le partite del femminile, da esterna che effetto ti fa in maniera particolare? “Sono felice che finalmente il calcio femminile sta avendo la giusta considerazione. Siamo ancora lontane dalle realtà europee ma la strada è quella giusta. Le persone stanno iniziando ad incuriosirsi sempre di più e ad appassionarsi. Alla fine è un gioco diverso per ritmi ed intensità rispetto a quello maschile ma è altrettanto bello , entusiasmante e divertente a modo suo. Il nostro è un calcio pulito fatto di tanti sacrifici , sudore e passione. Ce lo meritiamo tutto questo”.

Dopo la sosta di nuovo la Lazio Women’s, il successo di Coppa Italia vi ha dato linfa vitale per il vertice secondo te? “Assolutamente no. Come detto precedentemente il campionato è difficile , non dobbiamo dare nulla per scontato e dobbiamo giocare ogni partita come se fosse una finale. Tutte le partite sono fondamentali e preferisco pensare una partita alla volta senza fasciarci la testa. ci vuole niente a fare brutta figura e vedere sfumare tutto”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

RIPRODUZIONE RISERVATA

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.