Ancelotti, la Premier e il razzismo, le parole di Mancini

0

Lei, Ancelotti, Sarri, Conte avete avuto esperienze in Premier. Che cosa dà quel campionato?
«La Premier è da diverso tempo il miglior campionato del mondo, per le squadre che ci sono, i calciatori che vanno in campo, la qualità del gioco e la velocità. Sicuramente fa capire che la gente vuole divertirsi, cerca lo spettacolo, lì chi va in vantaggio non si difende, non ci pensa neppure: chi fa gol va in attacco correndo anche il rischio di prendere gol. Si fa fatica a spiegare cosa è l’equilibrio, perché proprio non è un concetto che gli appartiene». 

Ancelotti, dopo anni all’estero, si stupisce non solo per il razzismo ma anche per la troppa maleducazione che c’è negli stadi italiani. Che ne pensa?
«Che dobbiamo trovare una soluzione, perché negli ultimi 10 anni la situazione è peggiorata e non di poco. Anche quando ero io calciatore capitava qualcosa, ma nulla di simile. Una volta mia madre prestò un ombrello a un tifoso dell’Avellino e mai si sarebbe sognata di vedere quel tifoso minacciare di buttarlo in campo. Ma è nulla rispetto a quello che succede adesso».Fonte: Il Mattino

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.