Serie A- Termina 1-1 il match tra Fiorentina e Torino, trionfa invece la Spal. Atalanta in zona Europa

0

 

Sfida affascinante quella all’Artemio Franchi tra Fiorentina e Torino. La squadra di casa si trova 10° in classifica con 37 punti (frutto di 8 vittorie, 13 pareggi e 7 sconfitte); invece il Torino si trova 9° in classifica con 44 punti (frutto di 11 vittorie, 11 pareggi e 6 sconfitte).

Dopo appena sette minuti di partita la Fiorentina passa in vantaggio grazie al gol di Simeone, sempre la squadra di casa va all’attacco con Muriel, nessun problema però per il portiere avversario. Al 34esimo arriva il pareggio del Torino con Baselli,nulla può Lafront. Nella ripresa è il Torino a possedere la palla, Ansaldi tenta l’aurogol da centrocampo, palla che finisce leggermente   alta sulla traversa. Simeone e Vlahovic provano a riportare in vantaggio i viola, senza però riuscirci. Al minuto 85 esordisce in serie A con la maglia della Fiorentina Cristobal Montiel, classe 2000. Tanti applausi per lui.  Dopo sei minuti di recupero termina 1-1 il match.

FIORENTINA (4-3-1-2): Lafont; Laurini, Milenkovic, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Gerson (79′ Dabo); Muriel (67′ Vlahovic), Simeone, Mirallas (86′ Montiel).

Allenatore: Pioli

 

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Djidji, Moretti; De Silvestri (72′ Berenguer), Baselli (79′ Meitè), Rincon, Lukic, Ansaldi; Iago Falque (51′ Zaza), Belotti.

Allenatore: Mazzarri

 

Trionfa la Spal in casa del Frosinone, prima del calcio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio per la scomparsa del coordinatore dello staff medico del Frosinone, scomparso in settimana. Entrambe le squadre scendono sul terreno di gioco consapevoli dell’importanza dei tre punti. Gli ospiti provano a farsi avanti, i padroni di casa chiudono bene gli spazi. Il match si sblocca al 13esimo grazie al gol di Vicari. Al 36esimo il Frosinone è vicino al pareggio con Sammarco (entrato al posto di Viviani), il calciatore però colpisce il palo. Molto sfortunata la squadra di Baroni che pur tentando in ogni modo di portarsi almeno il punto a  casa non riesce a trovare lo specchio della porta. Negli ultimi dieci minuti di gioco i padroni di casa tentano il tutto per tutto ma la Spal non lascia varchi alzando gli scudi. Termina cosi il match.

FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Brighenti, Salamon, Ariaudo (78′ Dionisi); Ghiglione (58′ Ciano), Paganini, Viviani (29′ Sammarco), Valzania, Beghetto; Ciofani, Pinamonti.Allenatore: Baroni

SPAL (3-5-2): Viviano; Cionek, Vicari, Bonifazi; Lazzari, Kurtic (71′ Valoti), Missiroli, Murgia (56′ Schiattarella), Fares; Antenucci, Petagna (86′ Felipe). Allenatore: Semplici

 

L’Atalanta dopo il passo falso contro il Chievo torna al successo contro il Parma, ben messo in campo nei primi quarantacinque minuti ma completamente spento nella ripresa, complici anche le molteplici assenze in attacco. Una doppietta di Zapata nella ripresa è tutto quello che serve per stendere i ducali, che passano in vantaggio in maniera quasi casuale e non riescono mai a dare seguito al buon inizio.

MARCATORI8′ GERVINHO, 24′ PASALIC, 75′ ZAPATA D, 93′ ZAPATA D

PARMA (4-3-3)Sepe, Iacoponi (46′ Sierralta), Bruno Alves, Bastoni, Gagliolo, Kucka, Scozzarella, Rigoni L, Siligardi, Ceravolo (74′ Schiappacasse), Gervinho (65′ Gazzola)
ALL.: D’aversa

ATALANTA (3-4-2-1)Gollini, Mancini G (87′ Djimsiti), Palomino, Masiello A (62′ Reca), Hateboer, Freuler, De Roon, Castagne, Pasalic (54′ Ilicic), Gomez A, Zapata D
ALL.: Gasperini

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.