Serie B: All’Adriatico Scognamiglio risponde a Tutino!

Il Pescara non va oltre l'1-1 contro il Cosenza di mister Braglia.

0

Venerdì 15 marzo ore 21:00

Pescara-Cosenza 1-1 Tutino (C) 54′, Scognamiglio (P) 58′

PESCARA (4-4-2): Fiorillo, Perrotta, Gravillon, Balzano, Scognamiglio, Bruno, Memushaj, Crecco (Melegoni 91′), Antonucci (Bellini 46′), Marras, Monachello (Del Sole 74′). A disposizione: Kastrati, Del Grosso, Ciofani, Bettella, Elizalde, Melegoni, Pinto, Del Sole, Borrelli, Sottil, Bellini, Capone. Allenatore: Giuseppe Pillon.

COSENZA (3-5-2): Perina (Saracco 68′), Bittante (Izco 88′), Dermaku, Legittimo, Sciaudone, Mungo, Bruccini, D’Orazio, Tutino, Embalo, Litteri (Maniero 67′). A disposizione: Saracco, Hristov, Garritano, Schetino, Izco, Baez, Maniero. Allenatore: Piero Braida.

Arbitro: Lorenzo Illuzzi.

Ammoniti: Marras (P) 51′, Monachello (P) 60′, Bittante (C) 66′, Perrotta (P) 91′, Bellini (P) 97′.

Note: recupero p.t. 1′, recupero s.t. 10′.

Primo tempo. Gli abruzzesi all’Adriatico cercano i 3 punti per portarsi momentaneamente al secondo posto, mentre i Lupi proveranno ad aumentare il margine sulla zona retrocessione. Il Delfino prova a gestire il possesso palla ma i rossoblu non si sbilanciano e ripartono in velocità, all’11’ Tutino si lancia verso la porta e calcia ma Fiorillo blocca con sicurezza. Passano 5 minuti e il Pescara si rende pericoloso col destro di prima intenzione di Antonucci ma Perina in tuffo salva i suoi, continuano a premere i giocatori di casa al 25′ col destro dai 20 metri di Balzano ma l’estremo difensore rossoblu respinge. Passano 2 minuti e Dermaku replica per i calabresi con un missile che esce id un soffio, nel finale di tempo Monachello si libera al tiro cercando l’angolino ma Perina para chiudendo il primo tempo sullo 0-0.

Secondo tempo. Nella ripresa il Cosenza alza il ritmo e al 54′ sblocca il punteggio col tap-in di Tutino sugli sviluppi di un corner dopo un batti e ribatti in area, passano 4 minuti e i pescaresi trovano subito il pareggio col colpo di testa di Scognamiglio sugli sviluppi del piazzato di Memushaj. La gara è molto vivace con entrambe le squadre alla ricerca del vantaggio e al 65′ Legittimo cerca gloria personale di testa ma la sfera esce non di molto, al 77′ Bellini si avventa su un pallone vagante in area ma Dermaku in ripiegamento difensivo salva i suoi. Il Delfino cerca il goal all’84’ col sinistro da posizione decentrata di De Sole largo di un soffio così la sfida dell’Adriatico si chiude in perfetta parità.

Classifica provvisoria: evidenziate le squadre con una gara in più

Brescia 50*-Palermo 46-Verona 45-Pescara 45-Lecce 44**-Benevento 43-Cittadella 39-Perugia 38-Spezia 37-Salernitana 34-Cosenza 34-Ascoli 31**-Cremonese 30-Livorno 27-Venezia 27-Crotone 26-Foggia(-6) 26-Padova 23-Carpi 22

*RIPOSA

**Una gara da recuperare

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.