Serie B: Il Cittadella espugna il Rigamonti grazie a Finotto!

Nelle altre sfide Carpi-Ascoli e Padova-Crotone terminano in parità

0

Sabato 2 marzo ore 15:00

Brescia-Cittadella 0-1 Finotto (C) 11′

Carpi-Ascoli          1-1 Ngombo (A) 42′, Poli (C) 48′

Padova-Crotone    0-0

Brescia-Cittadella. Le rondinelle dopo il passo falso dell’Euganeo contro il Padova cercano l’immediato riscatto in casa, mentre i veneti proveranno a rientrare nel discorso play-off sbancando il Rigamonti. La gara è molto vivace sin dalle prime battute col Cittadella vicinissimo al goal al 2′ col colpo di testa di Finotto respinto con la punta delle dita da Alfonso, i veneti continuano a premere e all’11’ sbloccano il punteggio col tap-in di Finotto dopo la respinta corta di Alfonso su Schenetti. Le rondinelle cercano il goal al 26′ con Bisoli che a seguito di un errore di Paleari calcia a botta sicura centrando un avversario ben appostato sulla linea di porta, nel finale di tempo non arriva la reazione bresciana così si va a riposo sull’1-0 veneto. Nella ripresa il Brescia cerca il pari con Donnarumma ma Frare sulla linea di porta salva i suoi, al 62′ è il turno di Torregrossa cercare il goal ma la sfera termina a lato di un soffio. I padroni di casa continuano a premere in avanti e all’81’ il Brescia reclama per un calcio di rigore per un presunto tocco di mano in area di Adorni, nel finale la difesa del Cittadella rischia pochissimo così i veneti espugnano il Rigamonti riaprendo i giochi per la promozione diretta.

Carpi-Ascoli. I romagnoli impegnati nella lotta salvezza cercano i 3 punti tra le mura amiche, mentre i marchigiani cercheranno di aumentare il divario sulle ultime della classe. L’Ascoli prova ad alzare il ritmo sin dai primi minuti e al 9′ sfiora il vantaggio col calcio di punizione di Ninkovic deviato dall’ottimo Piscitelli, passano 4 minuti e Frattesi raccoglie un pallone vagante dal limite e lascia partire una sassata larga di un soffio. I romagnoli replicano al 23′ col tiro dalla distanza di Mustacchio respinto da un grande riflesso di Milinkovic-Savic, nel finale di tempo i marchigiani riescono a sbloccare il punteggio col tocco ravvicinato di Ngombo che chiude il primo tempo sull’1-0 bianconero. Nel secondo tempo arriva subito il pareggio romagnolo con Poli a seguito di una bella azione corale, al 66′ Coulibaly cerca il jolly da fuori ma la sfera viene bloccata in tuffo da Milinkovic-Savic. Entrambe le squadre provano a segnare la rete del vantaggio e al 78′ Ninkovic calcia a giro da fuori mancando il bersaglio non di molto, nel finale l’Ascoli resta in 10 per l’espulsione di Ganz così al triplice fischio la gara si chiude sul punteggio di 1-1.

Padova-Crotone. I veneti dopo il bel pareggio interno contro il Brescia capolista cercano continuità, mentre i rossoblu terzultimi in classifica proveranno a sbancare l’Euganeo. Il primo brivido arriva al 13′ col cross al bacio di Longhi per Bonazzoli ma la sfera esce di un soffio, i pitagorici reagiscono al 23′ sugli sviluppi di un piazzato col destro al volo di Barberis ma Minelli con un intervento miracoloso evita il goal. Nel finale di tempo il Padova cerca il vantaggio al col destro dal limite di Bonazzoli ma Cordaz in tuffo si dimostra provvidenziale chiudendo i primi 45 minuti sullo 0-0. Nella seconda frazione i rossoblu ci provano col siluro dalla media distanza di Barberis ma la sfera esce di poco, al 57′ il Crotone resta in 10 per l’espulsione di Sampirisi dopo un fallo su Lollo, col passare dei minuti i padovani provano a schiacciare i calabresi e al 74′ Mbakogu di testa anticipa tutti mancando lo specchio da ottima posizione. Nel finale nessuna delle due squadre sblocca il punteggio così all’Euganeo la sfida termina 0-0.

Classifica provvisoria: evidenziate le squadre con una gara in più

Brescia 47-Benevento 43-Palermo 42-Lecce 41**-Pescara 41-Verona 39-Spezia 37-Cittadella 36-Perugia 35-Salernitana 34-Cosenza 33Ascoli 30**-Cremonese 27*-Venezia 26-Foggia(-6) 26-Livorno 23-Crotone 23Carpi 22Padova 20

*RIPOSA

**Una gara da recuperare

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.