Liga: Il Clasico sorride al Barça, altra delusione per il Real!

Al Bernabeu Messi &Co conquistano 3 punti importantissimi per la classifica

0

Sabato 2 marzo ore 13:00

Espanyol-Valladolid           3-1 Iglesias (E) 1′, Alcaraz (V) 17′, Hermoso (E) 56′, Wu Lei (E) 65′

Ore 16:15

Villarreal-Alavés                 1-2 Maripan (A) 54′, Cazorla (V) rig. 61′,I Inui (A) 77′

Ore 18:30

Huesca-Siviglia                   2-1 Juanpi (H) 7′, Ben Yedder (S) rig. 79′, Avila (H) 98′

Ore 20:45

Real Madrid-Barcellona 0-1 Rakitic (B) 26′

 

 

Espanyol-Valladolid. I catalani tra le mura amiche cercano la vittoria provare a rientrare nella bagarre per un posto in Europa League, mentre gli ospiti impegnati nella lotta salvezza cercano il colpaccio esterno. Passano pochi secondi e l’Espanyol sblocca il punteggio con Borja Iglesias che al centro dell’area è il più lesto di tutti a calciare col destro, il Valladolid prova a riorganizzarsi e al 17′ Ruben Alcaraz pareggia i conti con un missile dai 20 metri che si insacca sotto al sette. Col passare dei minuti gli ospiti provano a guadagnare terreno e nel finale si guadagnano un penalty, dal dischetto parte Segio Guardiola ma Diego Lopez compie un miracolo chiudendo il primo tempo sull’1-1. Nel secondo tempo i padroni di casa si riportano in vantaggio col tap-in di Hermoso sugli sviluppi di un corner, il Valladolid non riesce a reagire e al 65′ arriva il tris catalano col bellissimo tiro da fuori di Wu Lei. Nel finale di gara gli ospiti non creano azioni pericolose così i padroni di casa controllano il match fino al triplice fischio.

 

 

Villarreal-Alavés. Il Sottomarino Giallo terzultimo in Liga cerca riscatto spinto dalla propria gente, mentre gli ospiti proveranno a portarsi momentaneamente al quarto posto. La prima occasione del match arriva al 9′ col colpo di testa di Victor Ruiz alto di poco, il Villarreal continua a premere al 16′ con Mario Gaspar ma Pacheco in tuffo respinge con la punta delle dita. Al 23′ Carlos Bacca entra in area e calcia di potenza cercando il sette ma l’ex Milan sfiora l’incrocio, col passare dei minuti entrambe le squadre faticano a costruire azioni pericolose così si va negli spogliatoi sullo 0-0. Nel secondo tempo l’Alavés sblocca il match col colpo di testa di Maripan sugli sviluppi di un corner, il Sottomarino Giallo si guadagna un penalty al 60′ e Santi Cazorla dagli undici metri non sbaglia siglando l’1-1. Al 75′ i padroni di casa sfiorano il raddoppio col tiro all’altezza del dischetto di Ekambi ma la sfera esce di pochissimo, al 77′ però l’Alavés torna in vantaggio col tiro ravvicinato di Takashi Inui che si insacca sotto al sette. Nel finale non arriva la reazione del Submarino Amarillo così gli ospiti al quarto posto.

 

 

Huesca-Siviglia. I padroni di casa fanalino di coda della classifica cercano riscatto in casa, mentre gli andalusi dopo il poker subito dal Barça cercano la reazione per difendere il quarto posto. Al primo affondo l’Huesca sblocca il match al 7’col tiro dall’interno dell’area di Juanpi sul cross di Galan, la reazione andalusa arriva al 17′ col destro a incrociare di Ben Yedder ma un difensore di casa salva sulla linea. Al 28′ Banega controlla la sfera sui 25 metri e calcia col destro ma il tiro dell’ex Inter esce di poco sul fondo, nel finale di tempo non arriva il pareggio del Siviglia così si va a riposo sull’1-0 per l’Huesca. Nei secondi 45 minuti gli ospiti alzano sensibilmente il baricentro alla ricerca del pari, al 67′ Munir entra in area palla al piede e calcia verso l’angolino ma la sfera esce di un niente. Col passare dei minuti il forcing andaluso continua e all’80’ l’arbitro assegna un penalty al Siviglia, dal dischetto parte lo specialista Ben Yedder che insacca a fil di palo per l’1-1. Nel recupero arriva il nuovo vantaggio dell’Huesca con Avila che all’ultimo respiro fa esplodere di gioia il pubblico di casa con un tiro sotto al sette che chiude il match con la vittoria dei padroni di casa.

 

 

Real Madrid-Barcellona. Al Bernabeu va in scena il 178° Clasico della storia della Liga con le merengues alla ricerca della vittoria per portarsi a -6 in classifica dai culé riscattando l’eliminazione dalla Copa del Rey, mentre i blaugrana proveranno a infrangere i sogni di gloria dei blancos guidati da un Leo Messi in forma eccezionale. La prima occasione del match arriva al 13′ col tentativo di Varane sugli sviluppi di un piazzato ma la sfera esce di poco, replica il Barça e al 19′ Leo Messi lascia partire un missile mancino alto di un soffio. Il forcing blaugrana continua e al 26′ Ivan Rakitic controlla palla in area e con uno splendido pallonetto sblocca il Calsico, il Real non riesce a reagire e al 37′ Messi ci prova direttamente su punizione sfiorando l’incrocio. Nel finale di tempo ancora Messi pericoloso con un sinistro a fil di palo che Courtois respinge con un intervento provvidenziale che chiude la prima frazione sull’1-0 azulgrana. Nella ripresa Vinicius cerca il pari con un sinistro sotto al sette ma Ter Stegen si supera in tuffo, al 70′ Dembele carica il sinistro a calcia verso l’angolo più lontano ma Courtois con un gran riflesso salva il Real. Le merengues provano a reagire allo svantaggio ma i culé non sembrano accusare il colpo, nel finale Messi ci prova dalla lunga distanza ma la sfera esce di poco chiudendo il Clasico del Bernabeu con la vittoria catalana.

 

 

Classifica provvisoria: evidenziate le squadre con una gara in più

Barcellona 60-Atletico Madrid 50-Real Madrid 48-Alavés 40-Getafe 39-Siviglia 37-Betis 36-Real Sociedad 35-Valencia 33-Athletic Bilbao 33-Espanyol 33-Eibar 31-Girona 31-Leganés 30-Levante 30-Valladolid 26-Celta Vigo 25-Villarreal 23-Rayo Vallecano 23Huesca 22

 

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.