Il Roma – Ancelotti paga per i calciatori spremuti da Sarri. Jorginho, che affare”

0

L’opinione di Gianfranco Coppola sul Roma:

“Per fortuna del club partenopeo, Sarri ha voluto a tutti i costi Jorginho che mai ho esaltato (scritto e… audio sono testimoni) in quanto al di là dello stucchevole numero di palloni transitati per i suoi piedi ma non giocati, mai si è segnalato per un cross o un passaggio se non in orizzontale e sempre al massimo di dodici metri: 65 milioni del Chelsea al Napoli più la penale per Sarri. Un kolossal, un affare colossale per AdL. Tornando all’addio al Napoli, forse Sarri sapeva molto bene di aver spremuto gente come Callejon e Mertens, ma non solo. Quest’anno sono cotti in parecchi perché l’anno scorso giocavano sempre gli stessi: 100 partite in un anno, e oggi Ancelotti paga anche queste carenze fisiche. Il nuovo allenatore ha preso l’omogeneizzato di molti, al di là di colpe anche sue. La prima: aver assecondato la politica societaria sugli investimenti di mercato, per fortuna del presidente, Ancelotti ha esaltato ancora di più Koulibakly ed Allan, ha ridato valore a Maksimovic e altrettanto avrebbe fatto con Pavoletti, di cui Sarri si liberò alla svelta ma che segna con cronometrica puntualità nel Cagliari, squadra che bada al primo non prenderle. Col secondo posto da difendere a denti stretti ma con un Milan rinforzato seriamente al mercato di gennaio, il Napoli è in corsa “solo” per l’Europa League. È vero, non entusiasma ma parlare di Ancelotti senza progetto è da sconsiderati. Anche nel calcio, ahinoi, ormai razza predona e padrona” .

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.