PRIMAVERA 1 – Napoli-Atalanta 3-4, ecco le pagelle de “ilnapolionline.com”

Incredibile sconfitta per gli azzurrini che da 3-0 perdono per 3-4

0

Gli azzurrini di Baronio, dopo aver vinto a Milano contro l’Inter, ospita tra le mura amiche la capolista Atalanta per cercare di dare uno scossone alla classifica. Dopo pochissimi minuti azzurrini avanti, corner battuto da Gaetano che sorprende Ndiaye e finisce nell’angolo basso. Gli orobici sono sorpresi e rischiano il raddoppio, prima con la traversa del capitano dei partenopei e poi con Lovisa. La partita è al momento in controllo del Napoli che raddoppia con Gaetano, il suo cross stavolta coglie impreparato l’estremo difensore ospite, palo e poi rete. Il match fila per il verso giusto e arriva la terza rete, tripletta di Gaetano che supera due avversari e batte il portiere Ndiaje. Partita finita? No l’Atalanta accorcia subito le distanze con il colpo di testa di Okoli. La partita cambia poi in un minuto, prima con la rete degli orobici con Del Prato su uscita non impeccabile di Idasiak e poi su errore di Senese Piccoli va sul 3-3. I partenopei sembrano ormai sull’orlo di una crisi di nervi e subisce anche la quarta rete con Traorè e nella circostanza viene cacciato Baronio. Nel recupero il Napoli va ad un passo dal pari in due occasioni, prima con la traversa di Manzi e poi con Gaetano, super intervento di Ndiaye che sventa il 4-4. Ilnapolionline.com vi propone le pagelle della sfida di Frattamaggiore.

Idasiak 5,5 – Quest’oggi il portiere polacco è apparso leggermente incerto, soprattutto sul secondo gol dell’Atalanta, con un’uscita non certo impeccabile. Non ha ripetuto la prova contro l’Inter, anche se sulle qualità non si discute.

Casella 5,5 – Il terzino destro, dopo un primo tempo attento e senza sbavature sulle azioni offensive dell’Atalanta, nel secondo tempo, come il resto della squadra viene travolto dalla forza d’urto degli ospiti e cala alla distanza.

Zedadka 6 – Della squadra di Baronio, il terzino sinistro è tra quelli che non mollano mai fino alla fine, cercando di spingere sulla fascia. Giocatore che certamente è tra le sorprese di inizio anno. Meno bene nella ripresa, ma mai in grande affanno.

D’Alessandro 5,5 – Dopo la buona prestazione in Youth League contro la Stella Rossa, il regista azzurro ha l’occasione di giocare contro l’Atalanta e all’inizio non demerita. Con il passare dei minuti soffre la fisicità degli avversari e il mister è costretto a toglierlo con un giallo che gli pende sulla testa. (Zanoli 5,5 – Rispetto alle ultime gare dove era stato più attento, oggi ha patito la squadra avversaria. C’è da dire che entrato anche nel momento più delicato della gara e quindi è stato travolto dalla forza d’urto degli orobici)

Manzi 6 – Il difensore con il casco protettivo fino alla fine lotta in mezzo al campo ed è anche sfortunato dove di testa coglie la traversa. Un gladiatore come sempre e npn molla fino alla fine.

Senese 5 – Nel primo tempo la sua prova contro Babbi era stata positiva, poi subisce il giallo durante la rissa nel primo tempo. La sua gara è macchiata dalla palla persa a centrocampo e Piccoli non sbaglia. Esce frastornato e in panchina era davvero scosso. (Perini 5,5 – Come per Zanoli, è entrato il difensore nel momento più difficile della partita e l’Atalanta completa la rimonta, senza eccessive responsabilità)

Mezzoni 6,5 – L’esterno ex Carpi, dopo aver fatto bene in fase difensiva contro l’Inter, oggi è stato una spina nel fianco in attacco per gli avversari. Stupenda la palla per Gaetano per la terza rete, come i cross in area nel finale di gara. E’ certamente stata una delle migliori partite stagionali del numero 7 azzurro.

Lovisa 5 – La sua certamente non è stata una partita fortunata, poteva segnare il 2-0, ma spreca davanto a Ndyaje. Poi in faase difensiva soffre la fisicità dell’Atalanta e non riesce a tenere botta. Esce nel finale di partita. (Saporetti s.v.)

Palmieri 5,5 – Ha avuto pochi palloni giocabili nel corso della partita, anche se ha giocato più per la squadra, ma nel complesso non ha inciso in zona gol come per Gaetano. Inizia meglio la ripresa, poi Baronio lo toglie dal campo. (Sgarbi 5 – Il suo ingresso in campo doveva dare fisicità alla squadra, ma purtroppo non è andata comme Baronio sperava. Nel finale cerca la rete del 4-4, ma viene fermato da Ndiaye, poteva fare di più)

Gaetano 7,5 – Nelle ultime tre partite ha siglato ben 7 gol, davvero per il capitano classe 2000 è un momento magico. Purtroppo la sua tripletta non è servita per regalare punti alla squadra, ma nel finale sfiora la quarta rete personale. Giocatore ormai da considerazione come talento allo stato puro.

Mamas 5,5 – Fibchè le forze reggono, il cipriota ha fornito una prova tattica positiva, poi cala e gli avversari gli onsentono di spingere poco. Nella zona d’attacco, ruolo non suo, ha comunque fatto una partita diligente, senza eccessive sbavature.

All. Baronio 5,5 – Per un’ora il Napoli stava compiendo un vero capolavoro, bloccate tutte le fonti di gioco e va avanti sul 3-0. Poi il buio assoluto e la squadra subisce 4 reti. Il mister si imbestialisce e viene cacciato dal campo. La sua squadra ha un ottimo potenziale ma paga certe ingenuità che a questi livelli li paghi. Ora c’è da rimettere i cocci a posto e far bene nelle prossime partite.

Atalanta (4-3-3) – Ndiaye 5; Zortea 6, Brogni 5 (Traorè 6,5), Del Prato (C) 6, Okoli 6, Guth 6, Peli 6,5 (Da Riva s.v.), Colpani 6,5, Babbi 5,5 (Piccoli 7), Kulusevski 6,5, Cambiaghi 5,5 (Giabuaa s.v.) A disp. Carnesecchi, Corna, Bencivenga, Girgi, Da Riva, Gyabuaa, Kraja, Traorè, Piccoli, Pina Gomes, Nivokazi All. Brambilla-Bellini 6,5

A cura di Alessandro Sacco

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.