Serie B: Nesta batte Pillon al Curi tornando in corsa per la Serie A!

Il Perugia sblocca il match con Verre e, dopo il pareggio di Melegoni, chiude i giochi con Gyomber

0

Domenica 2 dicembre ore 21:00

Perugia-Pescara 2-1 Verre (PER) 42′, Melegoni (PES) 52′, Gyomber (PER) 64′

PERUGIA (4-1-2-1-2): Gabriel, Ngawa, Gyomber, Cremonesi, El Yamiq, Verre, Michael, Bordin (Mazzocchi 81′), Dragomir, Vido (Bianchimano 86′), Mustacchio (Kouan 70′). A disposizione: Leali, Perilli, Mazzocchi, Sgarbi, Kouan, Moscati, Ranocchia, Kwang Song, Terrani, Bianchimano, Melchiorri. Allenatore: Alessandro Nesta.

PESCARA (4-3-3): Kastrati, Ciofani, Gravillon, Perrotta, Del Grosso, Brugman, Melegoni, Machìn, Crecco (Cocco 69′), Marras (Monachello 82′), Mancuso (Del Sole 82′). A disposizione: Farelli, Scuccimarra, Fornasier, Scognamiglio, Elizalde, Balzano, Del Sole, Memushaj, Palazzi, Cocco, Monachello. Allenatore: Giuseppe Pillon.

Arbitro: Davide Ghersini.

Ammoniti: Bordin (PER) 35′.

Note: recupero p.t. 1′, recupero s.t. 5′.

Primo tempo. Gli umbri dopo il KO subito al Vigorito di Benevento cercano riscatto in casa per rientrare nel discorso promozione diretta, mentre i pescaresi per mantenere invariato il vantaggio sulle dirette concorrenti proveranno ad espugnare il Curi. In avvio di gara entrambe le squadre provano a gestire il pallone alla ricerca del varco giusto per colpire, al 14′ Crecco prova a fare tutto da solo e appena entrato in area calcia a giro col sinistro ma la sfera sorvola la traversa. I ritmi di gioco sono molto alti ma entrambe le squadre al momento di concludere a rete difettano in precisione, la replica umbra arriva al 23′ col destro a giro di Vido che si schianta contro il palo a portiere battuto. Nel finale di tempo i perugini attaccano alla continua ricerca del goal e al 40′ Vido lascia sul posto Ciofani e calcia a botta sicura ma Kastrati si rende protagonista di un autentico miracolo, passano due minuti e il forcing umbro porta al goal con Valerio Verre che sblocca il punteggio con un sinistro dalla distanza che chiude la prima frazione sull’1-0 in favore dei padroni di casa.

Secondo tempo. Nella ripresa il Delfino pareggia subito i conti col siluro dai 25 metri di Melegoni che fulmina Gabriel, dopo il goal subito la squadra umbra torna ad attaccare con insistenza e al 64′ si riporta avanti grazie al colpo di testa perentorio di Gyomber sugli sviluppi di un angolo. Il Pescara prova a rientrare in partita con la girata di Mancuso sul cross di Del Grosso ma Gabriel blocca la sfera, entrambi i tecnici provano a cambiare atteggiamento tattico con le sostituzioni col Pescara a trazione offensiva mentre Nesta prova a difendere il vantaggio. Nel finale i pescaresi prendono d’assalto la trequarti perugina ma al triplice fischio il Curi può esultare per la vittoria dei padroni di casa che salgono a quota 20 tornando così competitivi per un posto in Serie A mentre il Pescara perde l’occasione di agganciare in vetta il Palermo.

Classifica provvisoria: evidenziate le squadre con una gara in meno

Palermo 26-Lecce 25-Cittadella 23-Pescara 23-Brescia 21-Benevento 21-Salernitana 20-Perugia 20-Verona 19*-Ascoli 19-Cremonese 18-Spezia 17-Venezia 15-Cosenza 14-Crotone 12-Padova 11-Carpi 10-Foggia(-8) 8-Livorno 6

*RIPOSA

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.