Liga: Pareggio pirotecnico tra Betis e Celta, mentre l’Eibar batte la sorpresa Alavés!

Andalusi e galiziani regalano spettacolo al Villamarìn, mentre gli armeros vincono ad Ipurùa

0

Domenica 4 novembre ore 12:00

Eibar-Alavés                    2-1 M. Garcia (A) 4′, Jordan (E) 69′, Diop (E) 91′

Ore 16:15

Villarreal-Levante         1-1 Mori (L) aut. 77′, Alfonso (V) 93′

Ore 18:30

Huesca-Getafe                 1-1 Etxeita (H) 50′, Molina (G) 92′

Real Sociedad-Siviglia 0-0

Ore 20:45

Betis-Celta Vigo               3-3 Moron (B) 33′, Firpo (B) 57′, M. Gomez (C) 63′ 84′, Mendez (C) 69′, Canales (B) 87′

 

Eibar-Alavés. Gli armeros ad Ipurùa cercano la vittoria per allungare sulla zona retrocessione, mentre gli ospiti per rimanere in alto in classifica cercano l’ennesima imposizione dell’anno. La gara si sblocca già al 4′ con Manu Garcia che di testa anticipa tutti sul piazzato di Jony, col passare dei minuti l’Alavés prova a gestire il punteggio ma al 24′ gli ospiti restano in 10 per l’espulsione di Duarte a seguito di una brutta entrata in ritardo. Nel finale di tempo non arriva il pareggio degli armeros così si va a riposo sull’1-0 Alavés. Nel secondo tempo i padroni di casa forti dell’uomo in più iniziano ad attaccare con maggiore convinzione ma al 62′ però anche l’Eibar resta in 10 a causa della seconda ammonizione di De Blasis, al 69′ arriva il tanto agognato pareggio degli armeros col bellissimo destro da fuori area di Jordan. Nel finale di gara l’Eibar riesce a trovare la forza per ribaltare tutto segnando la rete del definitivo 2-1 col colpo di testa di Pape Diop che porta gli armeros a quota 14.

 

Villarreal-Levante. I padroni di casa all’Estadio de la Ceramica cercano la vittoria nel derby regionale per provare ad uscire dal pantano della zona retrocessione, mentre gli ospiti in lotta per un posto in Europa cercano il colpaccio esterno. In avvio entrambe le squadre concedono poco all’avversario provando a gestire il possesso palla, la prima vera occasione arriva al 24′ quando Roger anticipa tutti di testa all’altezza del dischetto impegnando seriamente Asenjo. Col passare dei minuti il match non decolla con pochissime occasioni degne di nota così al duplice fischio si va a riposo sulo 0-0 dopo 45 minuti poveri di emozioni. Nel secondo tempo Chukwueze prova a fare tutto da solo palla al piede e arrivato al limite calcia a giro sfiorando il palo al 51′, al 70′ Borja Mayoral si avventa su un pallone in area e lascia partire un preciso rasoterra che costringe alla parata Asenjo. Al 77′ il match si sblocca con Ramiro Mori che sfortunatamente devia nella propria porta un cross avversario regalando il vantaggio al Levante, nel finale quando il Levante pensava di aver vinto il match arriva il pareggio del Sottomarino Giallo con Alfonso che trasforma in goal un preciso cross di Sansone chiudendo il match sul definitivo 1-1.

 

Huesca-Getafe. I padroni di casa fanalino di coda della Liga cercano la vittoria per provare a diminuire il distacco sulle dirette concorrenti, mentre i madrileni impegnati nella bagarre per l’Europa League non intendono lasciare punti per strada. Il Getafe prova a gestire il pallone alla ricerca del pertugio giusto mentre l’Huesca riparte appena riconquista palla, al 17′ Antunes si accentra e arrivato al limite calcia mancando il bersaglio di poco. Non ci sono molte occasione pericolose così dobbiamo aspettare il 32′ quando Ferreiro dopo aver superato due difensori appena fuori area cerca gloria personale trovando però Soria pronto alla grandissima parata, nel finale di tempo Semedo riceve palla in area e al volo cerca il goal per i padroni di casa mancando la porta così si va a riposo sullo 0-0. Nei secondi 45 minuti al primo affondo l’Huesca sblocca il match col colpo di testa di Exteita sugli sviluppi di un corner al 50′, i madrileni accusano il colpo così i padroni di casa iniziano ad amministrare la sfera per giocare col cronometro. Per rivedere un’azione pericolosa dobbiamo aspettare l’81’ con Ferreiro che solo davanti al portiere si lascia ipnotizzare da Soria sprecando tutto, nel finale arriva la reazione del Getafe che al 92′ con Jorge Molina pareggia con una rasoiata angolatissima chiudendo la sfida sull’1-1. 

 

Real Sociedad-Siviglia. I baschi all’Anoeta puntano alla vittoria per rientrare nella corsa per un posto in Europa, mentre gli andalusi per continuare ad alimentare il sogno Champions League non possono cedere il passo. Il Siviglia fa girare palla per provare a scardinare la difesa avversaria mentre i baschi tengono bene le posizioni e provano a colpire con le ripartenze, il primo brivido arriva al 26′ con Januzaj che da posizione defilata lascia partire una staffilata mancina alta di pochissimo. Replicano gli andalusi al 38′ con Banega ma la conclusione dell’ex Inter indirizzata sotto al sette viene respinta da un provvidenziale Moya così si chiude il primo tempo sul punteggio di 0-0. Nella seconda frazione ancora Januzaj pericoloso con un altro tiro da fuori ma anche questa volta l’ex Manchester United calcia sopra la traversa, col passare dei minuti entrambe le squadre faticano enormemente a trovare il varco giusto così dobbiamo arrivare al 74′ per un tiro degno di nota con Sandro Ramirez che impegna Vaclik da fuori. Neanche nel finale le due squadre riescono a sbloccare il punteggio così al triplice fischio la gara dell’Anoeta termina a reti bianche.

 

Betis-Celta Vigo. Gli andalusi al Villamarìn spinti dalla propria gente cercano la vittoria puntando ad un posto in Europa, mentre i galiziani con lo stesso obiettivo proveranno a vincere questo delicato scontro diretto. I biancoverdi partono subito all’attacco e all’8′ sfiorano il vantaggio con la volée di prima intenzione di Moròn a lato di un soffio, continua a premere la formazione andalusa al 21′ col tentativo di Lo Celso respinto da una ottimo intervento di Alvarez. Al 33′ però prima viene annullato un goal a Iago Aspas per un netto fuorigioco mentre sul capovolgimento di fronte Moròn in contropiede riceve palla solo davanti al portiere e sblocca il punteggio, passano 5 minuti e ancora Betis pericoloso col tiro dalla lunetta di uno scatenato Moròn che centra in pieno il palo a portiere battuto così il primo tempo si conclude col Betis avanti di un goal. Nella ripresa Firpo si fionda su un pallone vagante raddoppiando le marcature al 57′, il Celta prova a reagire al 63′ con Maxi Gomez che di testa schiaccia alle spalle di Lopez accorciando le distanze. Al 69′ Brais Mendez pareggia i conti con un fantastico tiro nell’angolino che accende definitivamente la contesa, la gara è apertissima e all’84’ Maxi Gomez capovolge le sorti dell’incontro siglando il 3-2 ospite con un tiro forte e preciso. Passano 3 minuti e il Betis riesce a pareggiare i conti con una punizione magistrale dai 30 metri di Canales che chiude la partita con uno spettacolare 3-3.

 

Classifica provvisoria: evidenziate le squadre con una gara in meno

Barcellona 24-Siviglia 20-Atletico Madrid 20-Alavés 20-Espanyol 18-Real Madrid 17-Levante 17-Getafe 16-Valladolid 16-Girona 16-Celta Vigo 14-Eibar 14-Real Sociedad 13-Betis 13-Valencia 11-Villarreal 10-Athletic Bilbao 10-Leganés 9-Rayo Vallecano 6-Huesca 6

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.