Il sogno di Antonella Bua è diventato realtà

0

Il sogno di Antonella Bua è diventato realtà

“Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare” e Antonella Bua ha avuto questo coraggio di sognare e il SUO sogno, domenica scorsa, sul campo dello stadio Appiani di Padova è diventato REALTA’.
Il calcio a quel pallone ha avuto per lei un grandissimo significato, ma nello stesso momento ha anche voluto essere un messaggio importante per i giovani che sono stati più fortunati di lei, un invito a DONARE il SANGUE per le tantissime persone che ogni giorno ne hanno bisogno.

E’ stata una manifestazione bellissima, una giornata SPECIALE iniziata sino dalle prime ore della mattinata quando Antonella si è recata alla Basilica di Sant’Antonio per tenere fede ad una promessa fatta alla sua mamma, devota di questo Santo che le ha dato la forza necessaria per superare i difficili momenti passati a causa dalla grave malattia che ha colpito Antonella in giovanissima età.
Sul campo sono schierate le due squadre: il Padova calcio femminile e il Milan Ladies che devono disputare la partita. Il Padova sulle sue maglie ha il simbolo dell’AVIS ed è per questo motivo che Antonella ha chiesto di venire a Padova per coronare questo sogno. L’AVIS, un’importante Associazione che con il suo impegno in tutta l’Italia permette a chi ne ha bisogno di continuare a vivere attraverso le trasfusioni di sangue e Antonella di questo sangue ha continuato ad averne bisogno per moltissimi anni.

L’entrata sul campo di Antonella tra gli appalusi delle due squadre ha suscitato in tutti i presenti una grande emozione. Antonella, dall’ Assessore allo Sport di Padova Diego Bonavina ha ricevuto una targa ricordo, le è stata poi regalata una maglia della nostra Nazionale firmata da Mister Bertolini e da molte giocatrici azzurre e una del Padova, dalle mani del Vice Presidente del Padova maschile Edoardo Bonetto e di Sabina Baldina, Presidentessa del Padova calcio Femminile.

Alla fine dell’incontro tutte due le squadre hanno festeggiato Antonella, unendosi in un solo abbraccio con lei e questo è stato un gesto bellissimo che ha commosso tutti i presenti …soprattutto Antonella che ha pianto …sì…di GIOIA !!!

Ho sentito Antonella al telefono e con la voce ancora emozionata mi ha detto…
“E’ stata per me una giornata INTENSA, dalla visita alla Basilica di Sant’Antonio, all’arrivo allo stadio.” L’entrata in campo con le giocatrici mi ha riempito di gioia e l’accoglienza da parte di tutti è stata veramente eccezionale, ad iniziare dalla Dirigenza del Padova Calcio femminile e maschile, dall’Assessore allo Sport, all’Avis di Padova, ai Dirigenti e giocatrici delle due squadre, agli arbitri, ai tifosi…tutto molto, molto bello, ringrazio TUTTI di CUORE! Ci tengo anche a ringraziare il Dipartimento Calcio femminile che ha dato l’autorizzazione perché questo mio desiderio diventasse realtà”
“In questa bellissima occasione desidero mandare un messaggio soprattutto ai giovani: DONATE il sangue, oggi…domani…in futuro, qualcuno ne avrà bisogno!

Fonte: Mario Merati calciodonne.it

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.