Kovacs protagonista a San Siro, ed i quotidiani demoliscono l’arbitro

0

La partita di ieri sera a San Siro fra il Milan ed il Napoli è stata indiscutibilmente condizionata dalla direzione di gara scandalosa di Kovacs, che oggi i maggiori quotidiani sportivi sistematicamente demoliscono.

Factory della Comunicazione

Corriere dello Sport
Non sufficiente la partita di Kovacs, sotto gli occhi del designatore Uefa, Rosetti: metro di giudizio assolutamente sballato e non uniforme (il Napoli lamenta uno sbilanciamento 70/30), ha dato l’impressione di voler gestire il match (pochi fischi, niente gialli) salvo poi cambiare idea, senza una linea tecnico/disciplinare chiara. Il doppio giallo per Anguissa, a stretta norma supportabile, è figlio di tutto questo. La mezza rissa finale anche”.

Gazzetta dello Sport
Prima permissivo e tollerante. Poi anche eccessivo. Kovacs non ha convinto. Nel primo tempo derubrica cinque situazioni da giallo: Leao che spacca la bandierina, Krunic su Zielinski, Kim su Giroud, Theo che va a esultare a un centimetro dal viso di Lozano e lo stesso Lozano che dopo 2 minuti si vendica in mezzo al campo. Nella ripresa i cartellini si alzano anche troppo, da Mario Rui (9’) a quello mostrato a gara finita a Calabria che chiede lumi sul contatto Lobotka-Saelemaekers in area al 48’: effettivamente l’incrocio di gambe esiste, ma dinamica e intensità non sembrano andare verso la direzione del penalty. Il rosso ad Anguissa? Il primo giallo è netto (eccessivo quello a Di Lorenzo), nel secondo il napoletano colpisce palla ma pure Theo. Non c’è rigore su Lozano: spalla-spalla (sempre con Theo in fuga)”.

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.