Anellucci critico: “Non mi preoccupa la pausa ma Spalletti”

Parole dure dell'ex agente di Cavani in Italia

0

A Radio CRC, è intervenuto il procuratore Claudio Anellucci, ex-agente di Edinson Cavani in Italia, che ha fatto il punto sul Mondiale in corso e sul Napoli: “L’Argentina? Ci doveva essere meno esaltazione. Dopo due giornate doveva avere già 6 punti. Poi se non entri in campo con la carica emotiva giusta, puoi perdere con chiunque. Secondo me ci saranno delle sorprese, nulla è scontato. Ci saranno delle sorprese in negativo per qualche big perché ho visto alcune squadre meno titolate mettere grande grinta”. Sul Napoli: “Intervenire sul mercato a gennaio? È difficile migliorare una squadra perfetta, mi andrei a preoccupare delle caratteristiche dell’allenatore, che in certi momenti della carriera ha dimostrato di avere il braccino. Conosco un po’ la cultura spallettiana e il suo problema si chiama soltanto Spalletti. Io sarei uno dei primi che verrebbe a Napoli a festeggiare, ma a gennaio sarà un nuovo campionato e verranno a prenderti quelle che sono dietro“. Anellucci ha argomentato sul suo pensiero nei confronti del tecnico di Certaldo: “Un vero black-out il Napoli non lo ha ancora avuto. Sono un fan scatenato di Giovanni Simeone, meriterebbe molto più spazio nel Napoli perché ha dimostrato di essere all’altezza. E che peraltro avrebbe fatto molto comodo all’Argentina di Lionel Scaloni. Olivera è un giocatore importante. La mia preoccupazione non sono i calciatori, ma come l’allenatore si comporterà nelle difficoltà. Io lì voglio vedere di che pasta è fatto il Napoli“.

Factory della Comunicazione

Fonte: Corriere dello Sport

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.